Il Napoli pronto al big match dello Stadium contro la Juventus dei grandi ex

Dopo la spettacolare vittoria per 4 a 3 ottenuta all’esordio sul campo della Fiorentina, il Napoli di Carlo Ancelotti si prepara al big match al vertice contro la Juventus dei grandi ex Sarri ed Higuain, incontro in programma questa sera alle 20.45 (Sky Sport) e valevole per la seconda giornata di Serie A.

Gli azzurri, pronti via protagonisti di due trasferte consecutive a causa dei lavori allo stadio San Paolo, si troveranno così immediatamente di fronte gli otto volte campioni in carica, rivali negli ultimi anni in accese lotte Scudetto, con la speranza che quest’anno il finale possa essere diverso. E’ tra i convocati il messicano Lozano, che ha acceso le fantasie dei supporters partenopei dopo che in tanti tra gli addetti ai lavori lo hanno paragonato al Pocho Lavezzi, mentre la società sta definendo l’ingaggio a parametro zero dell’ultimo rinforzo nel reparto offensivo, lo svincolato Llorente, che bene conoscono dalle parti dell’Allianz Stadium.

I bianconeri, dal canto loro, dopo il successo di misura sul Parma puntano, nell’esordio stagionale avanti al proprio pubblico, a confermare sin da subito le gerarchie degli ultimi campionati provando a battere tra le mura amiche quella che, insieme all’Inter di Conte, si candida ad essere ancora una volta la più seria candidata nella lotta al titolo, e per farlo mister Sarri dovrebbe affidarsi, come in Emilia, al gruppo “storico”, con i nuovi arrivi ancora una volta pronti a subentrare dalla panchina.

Dal punto di vista tattico il mister emiliano schiererà, come al Franchi, un 4-2-3-1. Tra i pali ci sarà Meret, fresco di chiamata in Nazionale maggiore da parte di Mancini, avanti al quale la linea difensiva sarà formata da Maksimovic (sulla falsariga di quanto visto nella scorsa Champions) o Di Lorenzo a destra, dal vincitore del solito ballottaggio tra Mario Rui e Ghoulam a sinistra e da Manolas e Koulibaly al centro. In mediana spazio nuovamente ad Allan con Piotr Zielinski, mentre sulla trequarti, a supporto di Dries Mertens schierato prima punta in luogo di Milik ancora fermo ai box, agiranno Callejon, che ha nella Juve una delle sue vittime preferite, Fabian Ruiz, Insigne.

Per quanto riguarda la Juve, Sarri proporrà il suo tipico 4-3-3 con Szczesny in porta, De Sciglio ed Alex Sandro sui laterali bassi e Bonucci e De Ligt (in luogo dell’infortunato Chiellini) al centro a completare il reparto arretrato. A centrocampo si giocano una maglia i due ex PSG Matuidi e Rabiot, con il primo favorito; a completare il reparto saranno Miralem Pjanic ed il tedesco Khedira. In attacco, infine, l’altro ex di giornata Gonzalo “El Pipita” Higuain è favorito a partire dal primo minuto rispetto a Paulo Dybala, che sarebbe schierato da falso nueve sulle orme di quanto fatto dal tecnico toscano a Napoli con Mertens; sulle ali spazio a Cristiano Ronaldo e Douglas Costa, con Bernardeschi inizialmente in panchina.

Dal ritorno in massima serie del Napoli nel 2007 sono stati 12 i precedenti tra le due compagini disputati nel capoluogo piemontese; in 9 occasioni sono stati i padroni di casa ad avere la meglio, ultima delle quali il 3 a 1 della scorsa stagione, in una il match è terminato in parità, il 2 a 2 del maggio 2011 con reti di Maggio, Chiellini, Cristiano Lucarelli (unica marcatura in maglia azzurra per lui) e Matri, e per due volte è stato invece il Napoli ad aggiudicarsi l’intera posta in palio. I successi napoletani sono quello di due anni fao, quando il gol di Koulibaly al novantesimo permise ad un’intera città di cullare per una settimana il sogno scudetto, e quello del 31 ottobre 2009, quando, con gli azzurri sotto 2 a 0, venne fuori tutto il carattere dei ragazzi di Mazzarri, che ribaltarono completamente la situazione grazie ad un gol di Jesus Datolo e ad una doppietta di Marek Hamsik. Estremamente beffardo invece per i campani l’1 a 0 della Signora di quattro anni fa, quando Zaza con un tiro deviato da Albiol sbloccò a pochi istanti dal termine una partita che sembrava destinata allo 0 a 0, permettendo alla Juve di compiere il sorpasso decisivo in classifica sui partenopei.

A dirigere la gara sarà il signor Daniele Orsato di Schio; designazione che già ha fatto storcere il naso a molti, considerando la discutibile direzione di gara di cui il fischietto veneto si rese protagonista in occasione di Inter-Juve di due annate fa, sfida risultata decisiva ai fini del settimo titolo consecutivo per la Signora.

 

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 937 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*