Il Napoli pronto al turno infrasettimanale in casa dell’Empoli

Dopo la splendida vittoria per 4 a 1 ottenuta domenica in casa della Roma di Ranieri, il Napoli di Carlo Ancelotti si prepara ad affrontare la seconda trasferta consecutiva in casa dell’Empoli di Andreazzoli, nel match valevole per la trentesima giornata di Serie A, ultimo turno infrasettimanale della stagione (oggi ore 19:00, stadio Castellani, Dazn).

Gli azzurri, grazie al successo sui giallorossi, sono ormai ampiamente tranquilli per quanto riguarda la qualificazione alla prossima Champions League, ed hanno anche acquisito nuovamente un discreto margine sulle milanesi ai fini del secondo posto, a causa delle sconfitte di Inter e Milan dello scorso weekend. insigne e compagni, ad oggi, occupano infatti la seconda piazza della graduatoria con 63 punti, frutto di 19 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte (56 gol messi a segno e 24 subiti).

I toscani, dal canto loro, si sono resi protagonisti fin qui di un’annata altalenante, caratterizzata dalla successione sulla panchina tra Andreazzoli e Iachini, e poi nuovamente Andreazzoli. E, con la risalita del Bologna e la vittoria dell’Udinese di domenica, gli empolesi si ritrovano dopo diversi mesi al di sopra della zona calda tra le ultime tre del torneo. Gli uomini del tecnico romano, infatti, dopo ventinove uscite navigano al diciottesimo posto con 25 punti, risultato di 6 successi, 7 pareggi e 16 sconfitte con 36 reti realizzate e 55 al passivo.

Dal punto di vista tattico, Ancelotti disporrà i suoi con l’ormai classico 4-4-2. Tra i pali ci sarà Meret, avanti al quale la linea a quattro dovrebbe essere formata da Malcuit a destra, da Mario Rui più che Luperto a sinistra e dalla coppia centrale Maksimovic-Koulibaly. A centrocampo, dove probabilmente avrà un turno di riposo Fabian Ruiz dopo l’ottima prestazione dell’Olimpico, in mezzo sarà il rientrante Piotr Zielinski a far coppia con Allan, mentre sulle fasce callejon agirà a destra, ed uno tra Verdi e Younes otterrà una maglia da titolare per la corsia opposta. In avanti, infine, recuperato Mertens dalla botta subita domenica, dovrebbe essere però Ounas a far coppia con Milik, col belga pronto a subentrare a gara in corso.

Per quanto riguarda i padroni di casa, Andreazzoli proporrà un più prudente 3-5-2. In porta ci sarà l’ex Fiorentina Dragowski, mentre la linea a tre sarà composta da Maietta, Silvestre e Dell’Orco. In mezzo al campo, sulle corsie esterne spazio a Di Lorenzo, avvicinato da radiomercato anche al Napoli, a destra, ed a Pajac a sinistra; al centro, invece, a partire dal primo minuto saranno Krunic, Bennacer e Traorè. In attacco, per concludere, sarà Farias, arrivato a gennaio dal Cagliari, a supportare l’azione offensiva di bomber Ciccio Caputo, 13 reti in stagione per lui.

Per quanto riguarda i precedenti tra le due compagini disputati in Toscana è da segnalare che in dieci occasioni, tra Serie A e Serie B, il Napoli solo nell’ultimo precedente, il 3 a 2 del marzo 2017 segnato dalla doppietta di Insigne e dalla magistrale punizione di Mertens, è riuscito ad imporsi sull’Empoli. Nel 2015/16 gli azzurri di Sarri alla terza giornata non riuscirono ad andare oltre il 2 a 2, nell’ultima gara giocata dai partenopei prima del cambio di modulo, con Insigne prima ed Allan poi che recuperarono lo svantaggio firmato da Saponara e Pucciarelli. Figura ben peggiore fu quella rimediata dal Napoli di Benitez l’anno precedente, quando gli empolesi di Sarri diedero una vera e propria lezione di calcio al tecnico spagnolo, surclassando i partenopei per 4 a 2. E se il risultato del “Castellani” nel primo campionato in massima serie dell’era De Laurentiis fu un poco emozionante 0 a 0, il passivo peggiore registrato dai campani in casa dei toscani è datato febbraio 1998 quando, nella stagione più disgraziata della storia azzurra, un Napoli ormai allo sbando uscì sconfitto per 5 a 0, con l’allenatore Galeone esonerato a fine match.

A dirigere la gara sarà il signor Daniele Doveri di Roma; con il fischietto capitolino sono 20 i precedenti dei partenopei, con uno score di 13 vittorie, 6 pareggi ed una sola sconfitta.

 

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 904 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*