Il Napoli pronto alla difficile trasferta di Istanbul

Dchampions1grandeopo la sfortunata sconfitta di Torino contro la Juventus, il Napoli di Maurizio Sarri si prepara ad affrontare il Besiktas di Senol Gunes nel match valevole per la quarta giornata della fase a gironi di Champions League, a due settimane dalla sconfitta subita al San Paolo per mano dei turchi (martedì, ore 18:45 italiane).

Gli azzurri, dopo aver ottenuto sei punti nei primi due turni del Gruppo B, grazie al successo di Kiev sulla Dinamo ed alla vittoria interna sul Benfica, nella sfida di andata contro i bianconeri di Istanbul sono stati sconfitti tra le mura amiche, cosa che ha riaperto completamente i giochi per la qualificazione, e dovranno ad ogni costo fare risultato in Turchia, per non rischiare di complicarsi ulteriormente la vita.

Quaresma e compagni, dal canto loro, sono l’unica squadra ancora imbattuta del raggruppamento, e, secondi a quota cinque punti, vincendo sui partenopei raggiungerebbero la vetta del girone, compiendo un passo importante verso l’accesso agli ottavi di finale. Per fare ciò non c’è dubbio che i padroni di casa cercheranno di sfruttare al meglio il caloroso tifo della Vodafone Arena.

Dal punto di vista tattico, Maurizio Sarri si affiderà al suo classico 4-3-3. Avanti a Pepe Reina, la linea difensiva dovrebbe essere formata da Hysaj a destra, da Faouzi Ghoulam a sinistra, che dovrà riscattare l’errore di Torino costato lo svantaggio, e dalla coppia centrale Koulibaly-Chirches, col rumeno in odore di riconferma dopo l’ottima prestazione dello Stadium. In mediana, dove potrebbe riposare Allan, il trio di centrocampo dovrebbe veder scendere in campo tre tra Zielinski, capitan Hamsik, Jorginho e Diawara, con l’ex Bologna che nelle ultime uscite sta dimostrando una personalità non indifferente considerando la giovane età. In avanti, invece, potrebbe trovare spazio dal primo minuto Manolo Gabbiadini, giocandosi una nuova chance dopo le due giornate di squalifica scontate in campionato per lo scellerato fallo di reazione di Crotone. Al suo fianco probabile l’impiego di Callejon e Mertens, visto anche il diverbio tra Insigne e arri dopo la sostituzione del numero ventiquattro azzurro sabato sera.

Per quanto riguarda il Besiktas, Gunes dovrebbe proporre il 4-2-3-1, con cui proverà ad ovviare alla lunga lista di infortunati (il terzino Caner Erkin si è recentemente aggiunto a Uysal, Talisca ed Obziliz.Tra i pali ci sarà Fabri, avanti al quale la linea a quattro sarà composta dal tedesco Beck a destra, dall’ex Barcellona Adriano, utilizzato in posizione di terzino, a sinistra, e da Marcelo e Tosic al centro. In mediana le due maglie da titolari dovrebbero andare ad Arslan ed Hutchinson, mentre ad agire sulla trequarti, assieme al Campione d’Europa col Portogallo Ricardo Quaresma, saranno Ozyakup e Frei, per dare supporto all’unica punta Aboubakar, decisivo all’andata con una doppietta.

L’ultimo precedente del Napoli con squadre turche è datato 2014, quando nei sedicesimi di finale di Europa League la squadra di Benitez superò agevolmente il Trabzonspor; gli azzurri prima si imposero in Turchia per 4-0 con le reti di Henrique, Higuain, Gabbiadini e Duvan Zapata (in gol dopo un rigore fallito da Mertens), chiudendo di fatto la pratica, e poi misero definitivamente in ghiaccio la qualificazione con l’1-0 del San Paolo firmato da De Guzman.

Ad arbitrare l’incontro sarà il signor Mark Clattenburg; il fischietto inglese nella sua direzione di gara sarà coadiuvato dai guardalinee Jake Collin e Simon Bennett, dagli addizionali Andre Marriner ed Anthony Taylor, e dal quarto uomo Ian Hussin.

Bruno Marchionibus

 

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 904 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*