Il Napoli pronto alla sfida al’Olimpico con la Roma di Ranieri

Dopo la vittoria interna per 4 a 2 ottenuta contro l’Udinese, il Napoli di Carlo Ancelotti si prepara ad affrontare la complicata trasferta dell’Olimpico contro la Roma di Claudio Ranieri, nel match valevole per la ventinovesima giornata di Serie A (oggi pomeriggio ore 15:00, Sky Sport).

Gli azzurri, il cui principale obiettivo stagionale al momento è senza dubbio l’Europa League, con l’imminente quarto di finale contro l’Arsenal che già stuzzica la fantasia di tutto l’ambiente, dovranno in ogni caso da qui alla fine della stagione essere bravi a mantenere un rendimento costante anche in campionato, sia per arrivare pronti alle gare europee sia per confermare il secondo posto della scorsa stagione.

I giallorossi, dal canto loro, sono stati protagonisti di un’annata altalenante, caratterizzata poche settimane fa, dopo l’eliminazione in Champions sul campo del Porto, dall’esonero di Di Francesco col conseguente ritorno di Ranieri. Dzeko e compagni, scivolati a quattro punti di distanza dal quarto posto dell’Inter, il primo utile per accedere alla prossima CL, non possono più permettersi passi falsi, e contro i partenopei daranno senza dubbio il tutto per tutto per conquistare i tre punti.

Dal punto di vista tattico l’allenatore emiliano disporrà i suoi ragazzi, tra i quali mancheranno numerosi titolari per problemi fisici oltre a Zielinski per squalifica, con l’ormai tipico 4-4-2. Tra i pali ci sarà Alex Meret, avanti al quale la linea a quattro sarà composta da Malcuit più che Hysaj a destra, da Mario Rui a sinistra e dalla coppia centrale Maksimovic-Koulibaly. In mezzo al campo, poi, al centro rinnovata fiducia ad Allan ed a Fabian Ruiz, mentre sulle corsie esterne agiranno Callejon sull’out destro ed il vincitore del ballottaggio tra Verdi e Younes su quello mancino. In avanti, infine, a supportare l’azione offensiva di Arek Milik sarà Dries Mertens.

Per quanto riguarda i padroni di casa Ranieri, sulla panchina napoletana dal ’91 al ’93, dovrebbe schierare i suoi con un 4-4-2 speculare a quello ospite. Avanti ad Olsen, criticatissimo in patria a seguito delle uscite con la nazionale svedese, la linea difensiva sarà formata da Karsdorp a destra, da Kolarov, che dovrebbe recuperare avendo la meglio sia su Santon che su Juan Jesus, a sinistra, e da Fazio con Marcano al centro. A centrocampo, coppia mediana con Cristante e l’ex Siviglia Nzonzi e fasce affidate all’enfant prodige Zaniolo e ad uno tra Kluivert e Perotti. In attacco, per concludere, tandem pesante con Schick ed Edin Dzeko.

Sono tre le volte in cui, in era De Laurentiis, il Napoli ha espugnato l’Olimpico a tinte giallorosse; nel febbraio 2011 fu una doppietta di Cavani a stendere i capitolini, nel marzo 2017 toccò alle due reti di Dries Mertens rendere vano il gol romanista di Strootman, mentre nella passata stagione l’1 a 0 partenopeo fu siglato da Lorenzo Insigne. Prima della sfida di due anni fa, i padroni di casa si erano imposti per tre volte di fila tra le mura amiche nei confronti dei partenopei. L’ultimo pareggio nella Capitale tra le due compagini risale all’aprile 2012, con marcature di Marquinho e Fabio Simplicio per la Roma e di Zuniga e del solito Cavani per gli ospiti.

A dirigere la gara sarà il signor Gianpaolo Calvarese di Teramo; con il fischietto abruzzese sono dieci i precedenti per il Napoli, con uno score di sette successi, tre pareggi e nessuna sconfitta.

 

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 904 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*