Il Napoli pronto alla sfida Champions contro il Genk

Dopo il sofferto, almeno nel secondo tempo, successo per 2 a 1 ottenuto domenica contro il Brescia al San Paolo, il Napoli di carlo Ancelotti si prepara ad affrontare la seconda uscita stagionale di Champions League in Belgio, sul campo del Genk (oggi pomeriggio ore 19:00, Sky Sport).

Gli azzurri, reduci nella massima competizione europea per club dalla spettacolare vittoria sul Liverpool di due settimane fa (2 a 0 firmato da Mertens su rigore e da Llorente), scendono in campo contro la Cenerentola del raggruppamento per puntare ad incamerare altri tre punti, che rappresenterebbero già un passo importante verso l’accesso alla fase ad eliminazione diretta.

L’ex club di Kalidou Koulibaly, dal canto suo, punta a riscattare la pesante sconfitta subita alla prima giornata in casa del Salisburgo, e spera di trasportare avanti al pubblico amico anche in Europa il gioco che ha permesso ai belgi di aggiudicarsi nella scorsa annata il titolo nazionale.

Dal punto di vista tattico il mister emiliano schiererà i partenopei con l’ormai classico 4-4-2. Tra i pali, dopo i novanta minuti concessi ad Ospina contro le Rondinelle, rientrerà Meret, avanti al quale la linea difensiva sarà formata da Di Lorenzo, tra le sorprese più piacevoli di questi primi mesi di annata, a destra, da Mario Rui a sinistra, e da Manolas e Koulibaly al centro. A centrocampo, spazio in mediana ad Allan affiancato da Fabian Ruiz, mentre sulle corsie esterne agiranno Callejon a destra e capitan Insigne sull’out opposto. In avanti, infine, Lozano e Milik dovrebbero dare il cambio, rispetto a quanto visto domenica, a Mertens e Llorente.

Per quanto riguarda il Genk, la squadra dell’allenatore dalle chiare origini italiane Felice Mazzu dovrebbe disporsi in campo con un 4-3-3. In porta andrà Coucke; avanti a lui, la linea a quattro sarà composta, da destra verso sinistra, da Uronen, Lucumi, Dewaest e Maehle. In mezzo al campo fiducia a Hynen, Hrosovsky e Berge, mentre in attacco le speranze gol dei belgi saranno affidate a Bongonda, Samatta e Ndongala.

L’ultimo precedente ufficiale tra il Napoli ed una squadra belga è datato stagione 2015/16, quando gli azzurri di Sarri nel girone eliminatorio di Europa League superarono il Club Brugge sia in casa che in trasferta. Davanti al pubblico di Fuorigrotta Higuain e compagni mostrarono per la prima volta il calcio che avrebbe poi portato i campani a divertire ed entusiasmare per tre anni di fila imponendosi sui nerazzurri per 5 a 0 grazie alle reti di Callejon (2), Mertens (2) e Marek Hamsik. In Belgio, invece, ai partenopei bastò la realizzazione di Chiriches per conquistare la posta in palio.

A dirigere la gara sarà il signor Istvan Kovacs; il fischietto rumeno è alla sua prima volta con il Napoli.

 

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 971 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*