Il Napoli pronto alla sfida contro la Fiorentina

Dopo la spettaFIORENTINAcolare vittoria per 5 a 0 in casa del Torino, il Napoli di Maurizio Sarri si prepara ad affrontare l’ultima sfida interna della stagione contro la Fiorentina di Paulo Sousa, valevole per il trentasettesimo turno di campionato (sabato, ore 20:45).

Gli azzurri, nonostante lo spettacolare successo contro i granata, hanno visto ridursi notevolmente le proprie possibilità di raggiungere il secondo posto in classifica a causa della vittoria della Roma sulla Juventus, scesa in campo all’Olimpico fortemente demotivata a causa della finale di Coppa Italia da giocare dopo tre giorni, ma avranno il dovere di imporsi sulla Viola sia per salutare nel modo migliore il pubblico del San Paolo, sia per continuare a poter sognare fino in fondo l’accesso diretto alla prossima Champions League.

I toscani, dal canto loro, con il successo sulla Lazio per 3 a 2 di sabato scorso si sono prepotentemente rilanciati in chiave sesto posto, posizione che dà la possibilità di disputare i preliminari di Europa League, anche grazie ai contestuali ennesimi passi falsi di Milan ed Inter. Gli uomini di Paulo Sousa, infatti, al momento occupano la settima piazza della graduatoria con 59 punti, uno in meno dei rossoneri e tre in più dei nerazzurri, frutto di 16 vittorie, 11 pareggi e 9 sconfitte ed uno score di 60 reti messe a segno e 51 subite.

Dal punto di vista tattico mister Sarri schiererà i suoi con il solito 4-3-3. Tra i pali ci sarà Pepe Reina, avanti al quale la linea difensiva sarà composta da Elseid Hysaj a destra, da Faouzi Ghoulam a sinistra e da Raul Albiol e Koulibaly al centro. In mediana gli unici dubbi per il tecnico ex Empoli, con Zielinski favorito su Allan per il ruolo di mezzala destra e Jorginho in ballottaggio con Diawara per quello di regista; sicuro del posto è, ovviamente, il capitano Marek Hamsik. In avanti, infine, ormai classico tridente leggero con Josè Callejon sulla corsia destra, Lorenzo Insigne sulla fascia opposta e Dries Mertens in posizione di falso nueve.

Per quanto riguarda gli ospiti l’allenatore portoghese, che dovrà fare a meno degli squalificati Astori e Borja Valero e pare non intenzionato a rischiare Badelj, che dovrebbe essere recuperato solo all’ultimo da un problema fisico, potrebbe proporre un 3-4-1-2. Avanti a Tatarusanu, la linea a tre sarà così formata da Sanchez, ormai stabilmente schierato in difesa, Gonzalo Rodriguez, sul quale ci sono diverse voci di mercato a causa del suo contratto in scadenza, e Tomovic. Sulle corsie esterne fiducia al figlio d’arte Federico Chiesa, in vantaggio sia su Milic che su Maxi Olivera, ed a Tello, mentre al centro agiranno Vecino, vecchia conoscenza di Sarri ad Empoli, e l’ex Siviglia Cristoforo. In attacco, per concludere, Sousa ha provato il tandem con Kalinic e Babacar, che saranno supportati nella loro azione da Bernardeschi.

Dal ritorno in Serie A degli azzurri nel 2007 sono stati nove i precedenti tra Napoli e Fiorentina disputati a Fuorigrotta, con un bilancio di 5 vittorie azzurre, tra cui il 2 a 1 della scorsa stagione con reti di Insigne, Kalinic ed Higuain, 2 pareggi, entrambi per 0 a 0 nelle stagioni 2010/11 e 2011/12, e 2 successi viola, di cui l’ultimo è datato marzo 2014. Da ricordare in particolar modo per i tifosi azzurri il 2 a 0 del marzo 2008, quando la squadra di Edy Reja conquistò i tre punti grazie ad una doppietta del Pocho Lavezzi, ed il 2 a 1 del campionato successivo, quando gli azzurri si imposero per 2 a 1 in una rimonta firmata da Marek Hamsik e dal primo sigillo partenopeo di Christian Maggio.

A dirigere la gara sarà il signor Nicola Rizzoli di Bologna; il fischietto emiliano ha arbitrato per ben 30 volte i partenopei, con un bilancio di 9 successi, 12 pareggi e 9 sconfitte, di cui però soltanto una tra le mura amiche del San Paolo (Napoli-Milan 1-2 dell’ottobre 2010).

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 937 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*