Il Napoli pronto alla sfida interna contro il Cagliari

Dopo la vittoria per 2 a 0 ottenuta sul campo del Frosinone, il Napoli di Carlo Ancelotti si prepara ad affrontare al San Paolo il Cagliari di Rolando Maran nel posticipo di questa sera, valevole per il trentacinquesimo turno di campionato (ore 20:30, Sky Sport).

I partenopei, ormai certi del secondo posto in graduatoria e senza più reali obiettivi da raggiungere nel corso di quest’annata, dovranno ad ogni modo cercare di affrontare nel migliore dei modi le ultime quattro uscite stagionali, per onorare fino all’ultimo atto il torneo e per ricucire il rapporto con la tifoseria, raffreddatosi nel corso degli ultimi mesi. Per alcuni dei giocatori meno utilizzati fino a questo punto, inoltre, il mese di maggio potrebbe rappresentare un’ottima occasione per mettersi in mostra e dimostrare di poter continuare a far parte del progetto Napoli.

I sardi, dal canto loro, sono stati protagonisti di un buon campionato, che non li ha visti mai realmente invischiati nella lotta per la retrocessione, e che anzi li ha portati a stanziare a ridosso della parte sinistra della classifica. A quattro partite dalla conclusione, gli uomini del tecnico ex Chievo Maran si trovano in dodicesima posizione con 40 punti, frutto di 10 vittorie, 10 pareggi e 14 sconfitte ed uno score di 32 reti messe a segno e 47 subite.

Dal punto di vista tattico, il tecnico emiliano schiererà l’ormai classico 4-4-2. Tra i pali ci sarà Alex Meret, avanti al quale la linea a quattro sarà composta dai vincitori dei ballottaggi tra Malcuit ed Hysaj e Ghoulam e Mario Rui, che vedono al momento il francese e l’algerino favoriti, sulle fasce e la coppia formata dal rientrante Raul Albiol e Koulibaly al centro. In mezzo al campo, poi, le due maglie da titolari andranno a Fabian Ruiz ed a Piotr Zielinski, con Callejon a destra e Younes a sinistra. In avanti, infine, a far coppia con Dries Mertens dovrebbe essere più capitan Insigne che Milik.

Per quanto riguarda il Cagliari, Maran disporrà i suoi ragazzi con il tipico 4-3-1-2. In porta ci sarà Alessio Cragno, in Campania protagonista a Benevento di una promozione in massima serie due stagioni fa; avanti a lui, la linea difensiva sarà formata da Srna a destra, da Pellegrini sull’out mancino e dal napoletano Pisacane con Ceppitelli al centro. A centrocampo fiducia al moldavo Ionita, all’ex Luca Cigarini ed a Padoin. Il gioiellino sardo Barella, accostato anche alla maglia azzurra da radiomercato, agirà sulla trequarti, mentre in attacco, per concludere, sarà Joao Pedro a supportare l’azione offensiva del principale ex di giornata, Leonardo Pavoletti, 12 gol in campionato fin qui per lui.

Dal ritorno in Serie A degli azzurri nel 2007 sono stati dieci i precedenti tra napoletani ed isolani disputati a Fuorigrotta, con un bilancio di 6 successi azzurri, tra cui il 3 a 0 della scorsa stagione, firmato da Marek Hamsik, dal rigore di Mertens e da Koulibaly, 3 pareggi, di cui l’ultimo è il 3 a 3 del novembre 2014, quando i rossoblù rimontarono per due volte da situazioni di svantaggio, ed una imposizione cagliaritana, il 2 a 0 della prima giornata del campionato 2007/08, quando a punire il neopromosso Napoli di Reja fu una doppietta dagli undici metri del napoletano Pasquale Foggia. La più rotonda delle vittorie partenopee è sicuramente il tennistico 6 a 3 del marzo 2012, quando a rendere vana una tripletta di Larrivey furono, nell’ordine, Hamsik, il capitano Paolo Cannavaro, un’autogol di Astori, il Pocho Lavezzi, el Mota Gargano e Christian Maggio.

A dirigere la gara sarà il signor Daniele Chiffi di Padova; con il fischietto veneto sono due i precedenti napoletani nel corso di questa stagione, con un bilancio di una vittoria ed un pareggio.

 

Bruno Marchionibus

 

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 908 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*