Il Napoli pronto alla sfida interna contro l’Atalanta di Gasperini

Dopo la sconfitta casalinga per 1 a 0 nel ritorno dei quarti di Europa League contro l’Arsenal, che ha sancito l’uscita di scena degli azzurri dalla competizione continentale, il Napoli di Carlo Ancelotti si prepara ad affrontare avanti al pubblico del San Paolo l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, nel match valido per il trentatreesimo turno di Serie A (oggi, ore 19:00, Sky Sport).

I partenopei, ormai quasi certi del secondo posto finale in campionato complici i molteplici passi falsi delle inseguitrici, vorranno in ogni caso senza dubbio trovare i tre punti contro gli orobici per porre fine al periodo negativo dell’ultimo mese, ed inaugurare nel miglior modo possibile le ultime sei uscite stagionali.

I nerazzurri, dal canto loro, sono in piena lotta per la qualificazione alla prossima Champions League, e qualora ottenessero il massimo della posta in palio a Fuorigrotta si porterebbero a pari punti (56) con il Milan in quarta posizione, rimediando così al mezzo passo falso interno con l’Empoli di sette giorni fa. Al momento gli Papu Gomez e compagni occupano la sesta piazza della classifica con 53 punti, frutto di 15 successi, 8 pareggi e 9 sconfitte (64 reti messe a segno, 41 subite).

Dal punto di vista tattico, il mister emiliano proporrà il suo classico 4-4-2. Tra i pali ci sarà Meret, avanti al quale la linea a quattro sarà formata da Malcuit a destra, da Mario Rui a sinistra e da Chiriches con Koulibaly al centro. In mezzo al campo spazio ad Allan e Fabian Ruiz, con Callejon sulla corsia destra e Piotr Zielinski sull’out opposto. In avanti, infine, ballottaggio tra Mertens e Milik per far coppia con capitan Insigne.

Per quanto riguarda gli ospiti, Gasperini dovrebbe schierare i suoi con un 3-4-1-2. Avanti al portiere Gollini, la linea a tre sarà formata dal giovane Mancini, dallargentino Palomino e dall’esperto Masiello. Sulle fasce laterali fiducia ad Hateboer e Castagne, mentre in mediana le due maglie da titolare andranno a Freuler e De Roon. In attacco, infine, Josip Ilicic dovrebbe farcela a scendere in campo per supportare l’azione offensiva di capitan Gomez e del grande ex di giornata, Duvan Zapata, autore fin qui di 20 gol in questo campionato.

Dal ritorno in Serie A degli azzurri nel 2007 sono stati 10 gli incontri tra campani e nerazzurri disputati a Fuorigrotta, con un bilancio di 6 successi partenopei, di cui l’ultimo è datato agosto 2017, quando Zielinski, Mertens e Rog ribaltarono l’iniziale vantaggio atalantino realizzato da Bryan Cristante, 2 pareggi e 2 vittorie degli ospiti, tra cui il 2 a 0 del febbraio 2017 firmato da due reti di Caldara. Da ricordare per i supporters azzurri anche il 2 a 0 del maggio 2010, siglato dalle ultime due marcature di Fabio Quagliarella in maglia azzurra, ed il 2 a 0 del settembre 2013, quando nel finale Callejon ed Higuain sbloccarono una partita complicata per gli uomini dell’allora tecnico Rafa Benitez.

A dirigere l’incontro sarà il signor Daniele Orsato di Schio; per il fischietto veneto è la prima direzione del Napoli nel corso di questo torneo.

 

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 937 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*