Il Napoli pronto alla sfida sul campo della Fiorentina di Pioli

Dopo il brillante successo per 3 a 0 ottenuto in casa contro la Sampdoria sabato scorso, il Napoli di mister Ancelotti si prepara ad affrontare l’ostica trasferta contro la Fiorentina di Stefano Pioli, nel match valevole per la ventitreesima giornata di campionato (Stadio Artemio Franchi, oggi ore 18:00, Sky Sport).

I partenpei, reduci da una settimana tutt’altro che semplice dal punto di vista psicologico per la telenovela Hamsik, scenderanno in campo, oltre che contro i viola, anche contro i fantasmi del recente passato. Lo scorso 29 aprile, infatti, la banda Sarri vide sfumare definitivamente il sogno Tricolore proprio sul campo del capoluogo toscano. Gli azzurri, ad ogni modo, a tre partite dallo scontro diretto contro la Juventus capolista distano dai bianconeri di 9 lunghezze, e sono forti di 51 punti in classifica, con uno score di 16 successi, 3 pareggi e 3 sconfitte (42 reti messe a segno e 18 subite).

La Viola, dal canto suo, in questa stagione schiera una delle formazioni in assoluto più giovani d’Europa, e, pur tra alti e bassi, si sta rendendo protagonista di una stagione di tutto rispetto, impreziosita anche dall’arrivo di Luis Muriel a gennaio e dal cammino in Coppa Italia, dove Chiesa e compagni sono giunti fino alle semifinali battendo nei quarti per 7 a 1 la Roma. Dopo ventidue uscite stagionali la compagine fiorentina staziona al nono posto della graduatoria a pari merito con il Torino di Mazzarri, con 51 punti conquistati (7 vittorie, ben 10 pareggi e solamente 5 sconfitte, 33 gol fatti e 25 al passivo).

Dal punto di vista tattico Ancelotti, che dovrà fare a meno di Raul Albiol fermo ai box, schiererà i suoi con l’ormai tradizionale 4-4-2. Tra i pali ci sarà Alex Meret, avanti al quale la linea difensiva sarà composta dai vincitori dei ballottaggi tra Hysaj e Malcuit a destra e tra Mario Rui e Ghoulam a sinistra e dalla coppia Maksimovic-Koulibaly al centro. In mezzo al campo, poi, a fare coppia con Allan sarà Fabian Ruiz, mentre sulle corsie esterne spazio ancora una volta a Callejon ed a Piotr Zielinski. In avanti, infine, a far coppia con Lorenzo Insigne potrebbe essere Dries Mertens, con Arek Milik che, almeno dall’inizio, avrebbe così a disposizione un turno di riposo.

Per quanto riguarda la Fiorentina, Pioli dovrebbe disporre la sua squadra con un 4-3-3 meno offensivo però del solito. In porta ci sarà Lafont, mentre la linea a quattro sarà formata da Laurini, in sostituzione dello squalificato Milenkovic, a destra, dal terzino della Nazionale Biraghi a sinistra e dalla coppia centrale con capitan Pezzella ed uno tra Ceccherini ed Hancko in mezzo. A centrocampo, dove mancherà l’altro squalificato Benassi, ad affiancare il regista viola Veretout saranno Dabo ed Edmilson Fernandes. In attacco, per concludere, a supporto dell’uomo del momento Muriel agiranno Federico Chiesa, altro talento in grande spolvero in questa annata, ed il brasiliano Gerson, con Mirallas ed il Cholito Simeone pronti a subentrare in caso di necessità.

Dal ritorno in massima serie degli azzurri nel 2007 sono state undici le sfide tra le due compagini disputate nel capoluogo toscano, con un bilancio di tre imposizioni casalinghe, tra cui il 3 a 0 dello scorso anno, quattro pareggi, tra i quali si ricorderà il pirotecnico 3 a 3 di due anni fa ( Insigne, Bernardeschi, Mertens, Bernardeschi, Zarate, Gabbiadini su rigore), e quattro successi degli ospiti, di cui l’ultimo risale al novembre 2014 (1 a 0 firmato Higuain in quell’occasione). Da ricordare in particolar modo per i supporters partenopei, senza dubbio, sia l’1 a 0 dell’ottobre 2009, quando, nella seconda uscita di Mazzarri sulla panchina napoletana, a pochi minuti dal fischio finale Maggio siglò il definitivo 1 a 0 dopo un errore dal dischetto di Quagliarella, sia il 3 a 0 senza discussioni del 2011/12, siglato da un doppio Cavani e dal Pocho Lavezzi.

A dirigere la gara sarà il signor Gianpaolo Calvarese di Teramo; con il fischietto abruzzese sono nove i precedenti del Napoli, con uno score più che positivo di 7 successi, l’ultimo dei quali il 3 a 2 sul Bologna dello scorso 29 dicembre, e 2 pareggi.

 

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 888 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*