Il Napoli pronto all’ultima gara interna della stagione contro l’Inter di Spalletti

Dopo la vittoria per 2 a 1 oittenuta sul campo della S.P.A.L. la settimana scorsa, il Napoli di Carlo Ancelotti si prepara ad affrontare l’Inter di Luciano Spalletti nell’ultimo match casalingo della stagione (Stadio San Paolo, questa sera ore 20:30, Sky Sport).

Per i partenopei, già sicuri del secondo posto da qualche giornata, la sfida ai nerazzurri assume i contorni di una passerella per salutare il pubblico del San Paolo, a cui dare un arrivederci in vista della prossima annata; Mertens e compagni, ad ogni modo, vorranno certamente chiudere in bellezza il campionato avanti ai propri tifosi, e magari nel corso dell’incontro potranno avere spazio giocatori meno utilizzati nel corso del torneo o giovani (vedi Gaetano) messisi in mostra con la primavera.

L’Inter, ad un passo dal raggiungere la matematica certezza della terza posizione, vorrà dal suo canto ottenere il massimo della posta in palio per mettere in ghiaccio la qualificazione in Champions ed iniziare a programmare la prossima stagione, a partire dalla risoluzione del rebus legato al futuro di mister Spalletti, autore di una stagione comunque al di sotto dei proclami di inizio anno.

Dal punto di vista tattico, il tecnico emiliano schiererà i suoi con l’ormai classico 4-4-2; tra i pali ci sarà Alex Meret, avanti al quale la linea a quattro sarà formata dai vincitori dei ballottaggi tra Hysaj e Malcuit a destra e Ghoulam e Mario Rui a sinistra e dalla coppia centrale composta da Raul Albiol e Koulibaly. In mezzo al campo, poi, spazio ad Allan e Fabian Ruiz, con Callejon e Piotr Zielinski sulle corsie esterne. In avanti, per concludere, ancora fuori capitan Insigne dovrebbe essere Mertens a far coppia dall’inizio con Milik.

Per quanto riguarda gli ospiti, l’allenatore toscano disporrà i suoi ragazzi con un 4-2-3-1. In porta andrà Samir Handanovic, il capitano; avanti all’estremo difensore sloveno la linea difensiva sarà composta da D’Ambrosio a destra, dall’ex Juve Asamoah a sinistra e da Miranda e Skriniar in mezzo. A centrocampo le due maglie da titolari andranno al croato Brozovic ed a Matias Vecino, mentre sulla trequarti, a supportare l’azione offensiva di uno tra Lautaro Martinez ed Icardi (Il Toro pare favorito ad essere inserito nell’undici titolare) saranno Antonio Candreva, Nainggolan e Perisic.

Dal ritorno in Serie A dei partenopei nel 2007 sono stati undici i precedenti tra azzurri e meneghini disputati al San Paolo, con un bilancio di 7 vittorie casalinghe, tra cui il 3 a 0 di due stagioni fa con marcature di Hamsik, Zielinski ed Insigne, 3 pareggi, di cui l’ultimo è lo 0 a 0 della scorsa annata, e nessuna imposizione ospite; l’ultimo successo interista a Napoli è infatti datato ottobre 1997, quando Ronaldo e compagni vinsero con gol di Galante ed autorete di Turrini. Da ricordare in particolar modo per i tifosi azzurri l’1 a 0 del marzo 2008, quando uno splendido pallonetto del Panteron Zalayeta costrinse l’Inter di Mancini alla prima sconfitta stagionale, il 3 a 1 del maggio 2013, match nel quale Edinson Cavani toccò quota 100 gol realizzati in maglia azzurra, ed il 2 a 1 di due anni fa, quando al primo anno sotto la guida di Sarri una doppietta di Higuain regalò la vetta della classifica agli azzurri.

A dirigere la gara sarà il signor Daniele Doveri di Roma; con il fischietto capitolino sono diciannove i precedenti del Napoli, con uno score di 13 successi, 6 pareggi e 2 sconfitte.

 

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 908 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*