Il Napoli pronto alla sfida contro la Fiorentina di Pioli

Dopo la pesante sconfitta subita sul campo della Sampdoria di Giampaolo e Quagliarella, il Napoli di Carlo Ancelotti si prepara a riprendere il proprio percorso in campionato dalla sfida interna contro la Fiorentina di Stefano Pioli (Stadio San Paolo, sabato ore 18).

Gli azzurri, a quota 6 punti in classifica grazie ai successi contro Lazio e Milan, dovranno dimostrare che quello di Marassi è stato solo un passo falso, e tornare a fare punti già dalla sfida contro i Viola, che pochi mesi fa, al Franchi, posero fine al sogno Scudetto dei ragazzi di Sarri. Hamsik e compagni troveranno una situazione ambientale non delle migliori, con il San Paolo semideserto e la tifoseria divisa dalle mille polemiche succedutesi negli ultimi giorni, ma dovranno essere bravi ad isolarsi da tutto, per superare i toscani e non accumulare ulteriore distacco dalla Juventus già capolista.

La Fiorentina, dal canto suo, ha disputato solamente due gare in campionato, dopo il rinvio del match d’esordio proprio contro i blucerchiati a causa del tragico crollo del Ponte Morandi a Genova, ed al momento è forte di 6 punti in graduatoria come i partenopei, frutto delle vittorie su Chievo ed Udinese, arrivate entrambe tra le mura amiche. La squadra di Firenze sarà senza dubbio carica per provare a togliere nuovamente punti ai campani, dopo che l’anno scorso i ragazzi di Pioli imposero lo 0 a 0 a Fuorigrotta per poi dilagare, appunto, 3 a 0 in casa.

Dal punto di vista tattico mister Ancelotti insisterà, almeno inizialmente, sul 4-3-3 di sarriana memoria. Tra i pali, in attesa di Meret, ci sarà il colombiano Ospina, avanti al quale la linea a quattro sarà formata da Hysaj a destra, da Mario Rui, ottimo nell’incontro del suo Portogallo contro l’Italia, sulla corsia sinistra, e da Raul Albiol e Koulibaly al centro. In mediana sicuri del posto da titolare paiono essere Allan e capitan Hamsik, nuovamente in cabina di regia. Ballotaggio invece per il ruolo di mezzala sinistra tra Zielinski, rientrato con qualche acciacco fisico dal doppio impegno della Polonia, e Fabian Ruiz, per il quale sarebbe l’esordio stagionale. In avanti, infine, il tridente sarà composto da Callejon più che da Verdi sull’out destro, da Lorenzo Insigne a sinistra, e da uno tra Milik e Mertens come prima punta.

Per quanto riguarda la Fiorentina, Pioli proporrà anche lui un 4-3-3. In porta, dove anche i viola sono orfani del titolare Lafont, ci sarà Dragowski; avanti a lui la linea difensiva sarà formata da Milenkovic sulla fascia destra, da Biraghi, reduce dalla prima esperienza con la Nazionale maggiore, su quella mancina, e da German Pezzella e Vito Hugo al centro. A centrocampo, dove le chiavi della regia saranno affidate al rientrante Veretout, le mezzali saranno Benassi (doppietta per lui alla prima contro i clivensi) e l’ex Roma Gerson più che Edmilson Fernandes o Dabo. In attacco, per concludere, a supporto del Cholito Simeone, giustiziere degli azzurri lo scorso aprile con una tripletta, agiranno Federico Chiesa ed uno tra Pjaca ed Eysseric.

Dal ritorno in Serie A dei partenopei nel 2007 sono stati undici i precedenti tra Napoli e Fiorentina disputati all’ombra del Vesuvio, con uno score di 6 successi azzurri, tra cui l’ultimo risale a due stagioni fa (4 a 1), tre pareggi, tra cui lo 0 a 0 della scorsa annata, e due imposizioni degli ospiti, risultato che manca dal marzo 2014 (0 a 1). Da ricordare in maniera particolare per i supporters azzurri il 2 a 0 del 2007/08, con una doppietta realizzata dal Pocho Lavezzi, il 2 a 1 della stagione seguente, quando insieme ad Hamsik fu Christian Maggio, alla prima marcatura ufficiale napoletana, a ribaltare il vantaggio viola di Adrian Mutu, ed il 2 a 1 dell’ottobre 2015, quando la banda Sarri rese vano il gol di Kalinic grazie ad Insigne ed Higuain, in una partita considerata da molti per spettacolo ed intensità la più bella di quel torneo.

A dirigere la gara sarà il signor Michael Fabbri di Ravenna; sono tre i precedenti del fischietto romagnolo con il Napoli, con un bilancio di due pareggi ed una vittoria azzurra.

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 967 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*