Il Napoli supera l’Empoli con due reti nella ripresa

MERTENS_ROSANAPOLI-EMPOLI 2-0

Il Napoli non brilla particolarmente nel turno infrasettimanale con l’Empoli, ma ottiene comunque i tre punti, fondamentali in vista della trasferta di sabato sera sul campo della Juventus. Con tante partite da disputare in un breve periodo, Sarri è costretto ancora una volta a ricorrere a delle rotazioni, e così nell’undici titolare non trovano spazio Hysaj, al cui posto sulla fascia destra di difesa c’è Maggio, e Marek Hamsik in luogo di Zielinski. Rispetto alla formazione scesa in campo a Crotone, inoltre, in difesa c’è Chiriches e non Maksimovic al fianco di Koulibaly, al centro del campo Jorginho per Diawara ed in avanti Insigne torna dal primo minuto vista la squalifica di Gabbiadini, con Dries Mertens spostato nuovamente nella posizione di falso nueve.

L’avvio del match non è tra i più esaltanti; l’Empoli rimane chiuso nella propria trequarti, mentre i padroni di casa provano a farsi pericolosi ma il possesso palla partenopeo risulta sterile e prevedibile. La prima nitida palla gol capita sui piedi di Mertens, che in area è bravo a girarsi ma manda di poco a lato. Poco dopo è nuovamente il belga a rendersi pericoloso, quando su lancio illuminante di Insigne prova per due volte a superare Skorupski, senza riuscirci; nel finale è ancora il portiere polacco a superarsi, deviando in corner una conclusione ravvicinata di Josè Callejon.

Nella ripresa sembra il leitmotiv della gara sembra lo stesso, ma, su cross dalla destra di Callejon, il risultato finalmente si sblocca, con Mertens che a Skorupski battuto deposita in rete col sinistro. A questo punto il Napoli sembra poter dilagar, contro una squadra che in stagione ha segnato solo due volte, e l’estremo difensofre empolese è nuovamente super su Jorginho, ma gli azzurri invece hanno una fase di appannamento, ed i toscani ne approfittano salendo col baricentro e creando qualche grattacapo alla retroguardia napoletana, in particolar modo su un’azione che porta prima ad una traversa e poi ad un grande intervento d’istinto di Reina sul neo-entrato Maccarone. Nel finale è Vlad Chiriches a chiudere la pratica, girandoin porta da pochi passi una spizzata di Marek Hamsik, su azione di calcio d’angolo.

I partenopei rimangono così a quattro punti dalla Juventus, impostasi per 4-1 sulla Sampdoria, ed a due dalla Roma, vincitrice per 3-1 a Sassuolo, lasciando inalterate le distanze a tre giorni dal big match dello Stadium.

Napoli – Reina, Maggio (33’st Hysaj), Chiriches, Koulibaly, Ghoulam, Allan (26′ st Hamsik), Jorginho (27′ st Diawara), Zielinski, Callejon, Mertens, L.Insigne

Empoli – Skorupski, Veseli, Bellusci, Costa, Dimarco, Krunic (10′ st Tello), Dioussè, Buchel (25′ st Croce), Saponara, Mchedlidze (22′ st Maccarone), Pucciarelli

RETI: 6′ st Mertens, 36′ st Chiriches

AMMONITI: Bellusci, Mertens, Tello

Bruno Marchionibus

 

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 979 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*