Il Napoli torna a splendere di luce propria battendo il record di punti

“Il Napoli è forte, noi ci abbiamo provato; peccato non abbia vinto lo scudetto”: così Marco Giampaolo ai microfoni di Sky Sport analizza la gara senza rimpianti: “Abbiamo dato tutto, ma il Napoli ha espresso un calcio straordinario ed io sono affascinato da quel gioco”.  Da Roma intanto, la certezza dello scudetto della Juve (0-0) perso dal Napoli “in albergo piuttosto che sul campo”. Maurizio Sarri, soddisfatto della prestazione dei suoi giocatori, non riesce a dimenticare e, a proposito della risposta della squadra dopo Inter-Juve ha detto:” O bisogna essere più forti mentalmente oppure occorre un regolamento che preveda qualcosa di diverso”. Resta evidente il rammarico per non aver chiuso il cerchio perfetto, pur con un record di punti storico per la storia azzurra dopo l’ennesima vittoria in trasferta in uno stadio occupato in una parte dai soliti ignoranti che hanno costretto l’arbitro a sospendere la partita.

La Sampdoria scende in campo con Belec al posto di Viviano che in fase di riscaldamento ha accusato un antico fastidio al ginocchio e Sarri invece schiera Zielinski al posto di Hamsik: comincia bene il Napoli con un pressing asfissiante e al 5° minuto Mertens la mette dentro, ma Gavillucci annulla per fuorigioco, confermato dalla Var. Continua il Napoli a far girar palla cercando gli spazi giusti, ma al 12° Caprari, servito da Jorginho che non tiene conto del terreno di gioco, cerca la conclusione da posizione defilata e la mette a lato di Reina. Risponde Insigne con un bel tiro a giro che Belec mette in angolo. Al 17° altro intervento di Belec su colpo di testa di Albiol. Ci prova allora Zielinski su suggerimento di Insigne e ancora Belec è attento; poi Insigne al 27° e Callejon al 32° ma Belec salva la Sampdoria che soffre il palleggio del Napoli e fatica a difendere la rete. Anche una parte del pubblico soffre il palleggio del Napoli e comincia a levare alto il canto dei perdenti: i soliti cori mortificanti per una città bella come Genova, per la parte del pubblico tifoso e per un club che ha una stiria di civiltà: un marchio infamante. Sarri protesta con il 4° uomo, ma non ottiene la sospensione della gara mentre il Napoli spadroneggia ma va al riposo sullo 0-0

Comincia il secondo tempo, si fa finta di non sentire i cori reiterati e il Napoli al 52° sfiora il gol: Allan serve Insigne che si accentra e tira ma la palla sfiora la traversa; così anche al 63° con un’azione nata da Zielinski per Insigne che scambia con Mertens e ritorno a Insigne che a tu per tu con Belec non trova il varco. Sarri manda in campo Hamsik per Callejon, spostando Zielinski largo a destra, e tre minuti dopo Milik al posto di Mertens: è la mossa vincente. Al 72° Allan serve Milik fuori area: il polacco, rapido, si gira e calcia a giro per l’1-0 del Napoli. Ora i cori sono costanti e nessuno può far finta di non sentire: Gavillucci decide finalmente di sospendere la partita suscitando ancor più l’ira di costoro che continuano anche di fronte a Ferrero, sceso sul prato, a inveire e gesticolare senza alcuna ragione, se non d’essere perdenti come uomini. Dopo tre minuti si riprende e Insigne da fuori area prova la conclusione ancora parata da Belec in angolo, e, proprio sugli sviluppi del corner, Albiol di testa insacca sotto il corpo di Belec: è il 2-0 che zittisce tutti.

Il Napoli torna così a vincere in trasferta e con 88 punti a una gionata dalla conclusione del campionato deve guardare avanti. Con Sarri? “Proveremo a giocare un po’ peggio il prossimo anno”: una battuta? Una decisione? Un auspicio? Un dubbio? E’ innamorato di Napoli e del pubblico di Napoli: ma è sufficiente?

FORMAZIONI
SAMPDORIA : Belec, Bereszynski, Ferrari, Andersen, Regini (36° st Strinic), Praet, Torreira, Linetty, Ramirez, Caprari (24°st Zapata), Kownacki (41° st Alvarez)
NAPOLI : Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui, Allan (37° st Rog), Jorginho, Zielinski, Insigne, Mertens (26° st Milik), Callejon ( 22° st Hamsik)
RETI : 72° Milik, 81° Albiol
AMMONITI: Milik, Ramirez, Hamsik, Linetty
ARBITRO : Gavillucci (Latina)

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1542 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*