Il Pescara torna in Serie A

imageL’anno scorso ad andare in Serie A grazie ai play-off fu il Bologna che sconfisse il Pescara passato nelle mani di Oddo nel momento finale della stagione. La storia ieri è stata diversa: dopo una stagione altalenante i delfini hanno staccato il pass per la massima serie, pareggiando al Provinciale di Trapani con il punteggio di 1 a 1.

È stato però il Trapani a partire subito con un modulo a trazione anteriore e con tutta la determinazione necessaria per cercare di segnare i due gol necessari per andare ai supplementari. La prima rete è arrivata dopo 5′ ad opera di Citro che, servito da Coronado, ha trafitto con un diagonale Fiorillo. Il primo tempo è stato dominato dai siciliani che hanno sfiorato in diverse occasioni il raddoppio, incutendo grande timore negli uomini di Oddo, un po’ sulla difensiva e poco propensi a scoprirsi dopo il repentino svantaggio.

Nella ripresa, se non fosse stato per il pallonetto da 40 mt messo a segno dal pugliese Verre, la partita sarebbe stata viva fino alla fine. L’espulsione di Scognamiglio ha tolto ogni possibilità di colpire alla squadra di Cosmi che non ha comunque smesso di crederci fino al fischio finale dell’arbitro.

Dopo tre anni i delfini parteciperanno nuovamente al campionato di massima serie, anche se bisognerà trattenere buona parte dei calciatori per non ridimensionare completamente un gruppo che Oddo ha plasmato già dai play-off della scorsa stagione. Lapadula con i suoi 30 gol ha attirato l’attenzione di diversi club che sono pronti ad offrirgli l’opportunità di misurarsi in una realtà più importante e con ambizioni diverse.

Il Trapani, al di là di questa finale play-off, ha disputato un’annata straordinaria. Prima della sconfitta dell’Adriatico 18 erano i risultati utili consecutivi ottenuti dai siciliani che stavano per regalare una gioia infinita ad una piazza che 8 anni fa seguiva la propria squadra in Eccellenza. Probabilmente il discorso è stato soltanto rimandato ma anche i granata avrebbero meritato la promozione quest’anno.

Il momento più bello è stato sicuramente il gesto di Oddo che prima di festeggiare è andato a consolare Cosmi seduto in lacrime in panchina. Un gesto di grande sportività del terzino che è stato alle dipendenze del tecnico del granata ai tempi di Lecce e che ha dimostrato di meritare la possibilità di fare anche lui il grande salto.

Lorenzo Gaudiano

 

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 994 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*