Il piacere della scoperta, Partenope

 

Quando si parla di Tv spazzatura o di stampa spazzatura : non c’è da spiegare, basta un titolo che poi nessuna persona intelligente perde il suo tempo a sentire o a leggere. Ma non fa male, non infanga, se non se stesso. La stampa spazzatura non ha mai fatto capolino nell’Istituto degli Studi Filosofici, tanto per fare un esempio, né ha perduto il suo tempo a celebrare le puntate di “Ulisse, il piacere della scoperta” e in particolare una puntata dedicata alla città di Partenope nel novembre scorso. Un successo che fa audience tra chi può spiritualmente godere. L’autore, Alberto Angela ( figlio di Piero Angela, nato a Torino) ha studiato in California, è un divulgatore di cultura e tra le tante tappe ha puntato su Napoli perché un uomo colto doveva capire in modo soggettivo se Napoli sia un bluff o se sia solo ferita dai pregiudizi di chi, colto, non è. Il direttore del giornale che passa dalla patata al piagnisteo, è nato in un ridente (forse) paesino, Castenedolo che conta ben 11.432 abitanti con 5 scuole: 4 primarie ed una scuola media. Quindi, passo passo è arrivato a fare audience con scoop di bassa lega, pardon Lega.

Informazioni su Redazione 1552 Articoli
---

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*