Il sorriso di De Laurentiis, il solstizio d’inverno con il Napoli capolista in attesa di quello d’estate

de-laurentiis-1Il gol del vantaggio di Marek Hamsik regala un sorriso al presidente in tribuna, colto opportunamente dalle telecamere. E’ un sorriso bizantino che nasconde due verità.

La prima, quella densa d’orgoglio, per aver portato a Napoli nel 2007 un ragazzo promettente, grazie alle idee di Pierpaolo Marino, attorno al quale anno dopo anno è stata costruita la squadra di oggi.

D’altronde Marino lo aveva scelto lui, proprio De Laurentiis, per ricostruire un Napoli che potesse fregiarsi di tale nome.

La seconda, quella più furbetta, per aver pensato in un attimo: “Quest’anno non ho speso nulla, la squadra è più forte di quella della scorsa stagione, ho incassato anche la seconda rata di Higuain, il lavoro di Sarri sta facendo lievitare il valore della rosa e poi sto battendo in doppia rimonta il mio amico Ferrero che ha speso un bel po’ di soldi, compresi quelli che mi ha dato per avere Zapata e Strinic”.

Tutto in quel sorriso. Tutto nei lampi provenienti dai suoi occhi chiari, color del mare che bagna Napoli. E’ un presidente fuori dal comune De Laurentiis, come straordinaria ed unica è la città. I meriti sono evidenti, sarebbe anche fuori luogo stare qui a ricordarli.Ora, però, il numero uno della società azzurra deve fare il definitivo salto di qualità.

Come Marek Hamsik deve fare di tutto per restare nella storia del club. Non è la solita richiesta di impiegare capitali a gennaio tanto per, è la constatazione che qualcosa serve per poter battere la Juve, la vera avversaria, quella di sempre.Le due squadre sono divise da un solo punto, ma è sulla panchina e nella rosa in generale che risiede la vera differenza.

Il Napoli può prevalere, lo certifica anche la statistica dei punti conquistati nell’anno solare, ma il presidente deve mettere a disposizione di Sarri qualche elemento pronto per poter attendere, senza affrettarsi, i rientri di Milik e Ghoulam.

Il Natale trascorrerà, comunque, con gli azzurri in testa alla classifica come a dire che il solstizio di inverno, appena trascorso, il Napoli lo ha conquistato. Ora, anche se quello d’estate arriverà a campionato terminato, sarebbe giusto trascorrerlo con un fregio sulla maglia atteso da tempo.

Giovanni Gaudiano

 

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*