Il triplete di Maurizio Sarri

 

6giugnopanchinadoroEd ora anche il Timone d’Oro dopo la Panchina D’Oro e il Premio Bearzot per Maurizio Sarri che fa l’en plein : “Orgoglioso di questo premio” – ha dichiarato Sarri ritirando il secondo Timone d’oro dopo quello nel 2014 all’Hotel Minerva di Arezzo. “Fra i premi che ho ricevuto, questo è fra i più belli perché sono stato scelto dai miei colleghi e questi della sezione di Arezzo in particolare, sono amici”. A 58 anni, il tecnico toscano raccoglie quanto ha seminato nei lunghi anni nelle serie minori ed anche ad Arezzo dove ha allenato per poco tempo. E a chi gli ha chiesto di quell’epoca, Sarri ha risposto: “Mi chiedete se gestire grandi campioni della serie A o giocatori di serie B o C, vi dico che non ho trovato molte differenze; anzi, qualche volta ho trovato più difficoltà con qualche primadonna di B o Lega Pro”. Un’altra giornata da incorniciare vissuta con due aretini doc due amici del suo staff come il vice Calzona e il preparatore atletico Sinatti.

6giugnobearzotRiconoscimenti, l’uno dopo l’altro per un allenatore che rischia di mettere in discussione il bel gioco di matrice italiana: con Sarri e la sua filosofia che genera fluida bellezza, quelli che vincono iniziano ad essere messi in discussione, primo fra tutti Massimiliano Allegri che, pure, a proposito del bel gioco espresso dal Napoli di Sarri, ebbe l’infelice battuta del Circo come luogo di divertimento e non uno stadio. Ha vinto lui due trofei ma perdendo il più prestigioso in Europa, esprimendo il più brutto calcio italico contro lo stesso avversario che vinse contro il Napoli lottando fino all’ultimo minuto. Su “Marca”, si lesse estupendo partido, perché il Napoli, stella europea, anche quando perde gioca e incanta.
Ed anche l’ Italia, buon’ultima dopo riconoscimenti in Europa, ha dovuto accettare il valore del bel gioco del Napoli di Sarri. Ritirando la Panchina D’Oro, il tecnico disse: “Non è Napoli-Juve 1-0: la Juve è più forte e più che i premi contano punti e risultati ma per una volta, battere Massimiliano è bello”. Con la semplicità dei grandi che pure hanno bisogno di conferme Sarri successivamenteha ricevuto il Premio Bearzot, che nelle motivazioni recita: “Dostoevskij ha scritto che la bellezza salverà il mondo”. Ora anche il Timone D’Oro: Sarri indica la strada e son gli altri a doverlo seguire.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*