IN ATTESA DI EMPOLI NAPOLI

La Juventus aspetta ancora un punto per cucire lo scudetto sulle maglie

Nessuna sorpresa in questo turno infrasettimanale che lascia inalterate le posizioni di vetta sempre in attesa di fissare sulla maglia della Juve il 31esimo scudetto. Non fosse stato per il Napoli, che si è esibito in un’altalena di risultati, il campionato sarebbe stato molto noioso, ma ora, almeno lassù, si sgomita fino al sesto posto che sembra essere diventata la mèta agognata dall’Inter. E martedì sera, mister Rocchi ha fatto un altro capolavoro: Udinese – Inter è terminata 1 – 2 per le interpretazioni di un arbitro che già in questo campionato ha meritato un 4 in pagella per quel Juve – Roma (3 – 2) contestatissimo che lo indusse a fare il “mea culpa” in pubblico, al processo del lunedì condotto da Varriale. E a Udine ha nuovamente condizionato la partita rendendo furioso il Presidente Pozzo che si è messo in fila tra quanti, negli anni, lo hanno duramente criticato. In buona fede ha sventolato un giallo (il primo) fiscale a Domizzi che poi ha meritato il secondo giallo; ha concesso un rigore generosissimo per una scivolata di Danilo su Kovacic che già aveva calciato, ma non ha visto la trattenuta di Vidic su Danilo, infine sventola il rosso a Badu che protesta per aver subito fallo da Hernanes. Tuttavia la vittoria dell’Inter è stata vanificata dalla vittoria del Genoa a Milano che si porta a 50 punti, ma anche dal Torino che affianca i nerazzurri a 48 punti per aver pareggiato a Palermo, mentre la Fiorentina resta al palo a 49 punti. Più su, nulla di nuovo: non potevano non vincere la Lazio e la Roma che hanno affrontato avversarie con pochi stimoli. E stasera Empoli – Napoli sperando che Inzaghi resti l’allenatore rossonero almeno fino a lunedì, altrimenti gli azzurri troveranno (troverebbero) un Cristian Brocchi pronto a stupire.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*