In Brasile, in Italia e in Egitto il calcio giocato dei nostri azzurri

Per la Copa America,
domani notte Il Brasile ospiterà il Venezuela per la seconda gara del girone A: in testa alla classifica dopo la vittoria per 3- con la Bolivia, il ct Tite dovrebbe cambiare qualcosa per far rifiatare Dani Alves, Fernandinho e Firmino, ma per Allan avrebbe deciso ancora panchina.

Nell’altra gara del girone B, la Colombia incontrerà il Qatar e sia Ospina che James Rodriguez dovrebbero essere riconfermati da Carlos Queiroz che dovrà fare a meno di Muriel infortunato nella gara d’esordio. E’ bene ricordare che lo sguardo interessato verso James Rodriguez (non ancora azzurro) è per ora solo un auspicio ma anche una vetrina molto interessante in ottica Napoli.
Sia il Brasile che la Colombia a punteggio pieno sono candidate a proseguire oltre i gironi e quindi verso i quarti e oltre: per Allan e Ospina dunque ( e Rodriguez? ) si allungano i tempi per il raduno a Dimaro qualora giungessero al 7 luglio considerando che ai giocatori vanno riconosciute tre settimane di ferie.

Per gli Europei Under 21
L’Italia giocherà domani a Bologna (ore 21) contro la Polonia in una gara decisiva per superare il girone e puntare a quel trofeo che manca da 15 anni, mentre la Spagna incontrerà il Belgio alle 18,30 e avrà a disposizione un sol risultato a disposizione se non vuole preparare in anticipo le valigie.
Per Di Biagio pochi i dubbi: potrebbe confermare l’11 che ha sconfitto la Spagna con l’unico dilemma per Zaniolo dopo il colpo alla testa. Meret è il titolare e su Instagram ha manifestato tutta la carica: “ Una vittoria contro la Spagna di carattere, sacrificio e determinazione. Abbiamo dimostrato di essere un grande gruppo: ma è solo l’inizio. Testa a mercoledì per la sfida contro la Polonia. Atmosfera e pubblico incredibili”. Dovessero, gli azzurrini arrivare in finale il 30 giugno, rientrerebbero nelle proprie squadre bel oltre la metà di luglio.

Coppa delle Nazioni Africane
L’auspicio è quello che il 21 giugno inizi in Egitto il torneo senza incidenti. Appena ieri è morto Mohamed Morsi, primo presidente eletto democraticamente in Egitto nel 2012 e rovesciato dai militari l’anno successivo. In carcere in questi anni, era stato chiamato a testimoniare per difendersi dalle accuse di spionaggio e, proprio in tribunale è morto mentre testimoniava. Si temono incidenti tra i sostenitori di Morsi e quelli dei militari proprio alla vigilia di una competizione che per la prima volta si svolge in estate. In chiave sportiva, i tifosi azzurri volgono il pensiero al Senegal di Koulibaly che sarà impegnato nel gruppo C il 23 giugno contro la Tanzania, il 27 contro l’Algeria e il 1° luglio contro il Kenia. Dovesse proseguire l’avventura sino alla finale del 19 luglio, Koulibaly tornerebbe ad agosto dopo le ferie.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2036 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*