Interessanti le 4 sfide della 28esima giornata giocate venerdì e sabato, vincono Cagliari, Sampdoria, Spal e Bologna

CAGLIARI – FIORENTINA 2 – 1 l’anticipo di venerdì tra Cagliari-Fiorentina si è conclusa con la vittoria del Cagliari per 2-1. Dopo il primo tempo a reti inviolate, il Cagliari trova meritatamente il vantaggio con Joao Pedro al 52° e il raddoppio al 66° con Ceppitelli. Nel finale, a due minuti dal 90°, Chiesa accorcia ma non salva i viola da una prestazione scialba.
SASSUOLO – SAMPDORIA 3 – 5 La Samp di Giampaolo alla rincorsa dell’Europa mette ko il Sassuolo che appena una settimana fa aveva fermato la corsa del Napoli. Inizia Defrel al 15° e Quagliarella raddoppia al 36°; accorcia Boga al 38° ma Linetty, un minuto dopo porta la Samp sul 3-1. Nel secondo tempo Praet al primo minuto gioca il poker e Duncan accorcia ma Gabbiadini porta la Sampdoria sul 5-2 e Babacar, a tempo scaduto segna ancora per il 5-3.
SPAL –ROMA 2 – 1 Per la Spal una vittoria dal profumo di salvezza: non vinceva con la Roma dal ’67 e non vinceva in casa da settembre: ha ottenuto i tre punti con la grinta che Semplici ha saputo trasmettere ai suoi che trovano il gol al 22° con Fares su traversone di Cionek. Nel secondo tempo, Ranieri corre ai ripari e sostituisce El Shaarawy e Kluivert con Perotti e Zaniolo. Al 53° è proprio Perotti a segnare il pareggio su rigore per un fallo di Cionek su Dzeko. Ma la Spal non si intimorisce, continua con il suo gioco più fluido e aggressivo e al 59° Petagna, su rigore per un fallo del solito Jesus sullo stesso Petagna, porta la Spal in vantaggio.
TORINO – BOLOGNA 2 – 3 Già dopo 6 minuti la cronaca era ricca di episodi: gol di Palacio annullato per fuorigioco e occasione sprecata da Belotti a tu per tu con il portiere, poi da un corner battuto da Baselli, Ansaldi tira e Pulgar beffa Skorupski. Il Torino è in vantaggio con un’autorete ma Mihajlovic è scatenato e spinge i suoi che trovano al 29° il pareggio con un colpo di testa di Poli che aveva sostituito Dzemaili per infortunio. Al 35° il VAR vede un mani in area di Meitè e Pulgar segna il 2-1 su rigore. Dopo un gol annullato a Sansone “per una spalla” in fuorigioco, arriva il gol di Orsolini servito da Palacio e al 44° Izzo accorcia per il 2-3 finale.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1814 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*