INTERVISTA A MIMMO FALCO

Mimmo Falco, vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti e presidente del Movimento Unitario Giornalisti, ha voluto fare gli auguri a Contropiede Azzurro esprimendo soddisfazione per la nuova testata on line che andrà ad arricchire il panorama editoriale della Campania ed ha accettato di rispondere a qualche domanda.

Presidente, un’altra testata on line: come giudica questa iniziativa?

Più testate nascono in Campania e più possibilità di critica viene assicurata. Ogni testata rappresenta un punto fondamentale di libera espressione. Inoltre, con l’immissione in rete, si apre un mondo infinito di possibili utenti che in ogni parte del mondo possono seguire in tempo reale, notizie e commenti. Una testata on line, se dotata di una grafica accattivante, ha una forza di penetrazione impensabile.

Ancora una testata sportiva che si aggiunge alle tante: qual è il suo parere?

Il problema non è la quantità, ma la qualità dell’informazione: innanzitutto, il “copia e incolla” come suol dirsi e peggio ancora come si fa è una scorciatoia che uniforma senza personalizzare il prodotto. Inoltre, attraverso un’analisi corretta di fatti documentati si determina l’opinione nel lettore assumendo un compito educativo.

Lei, presidente, che ha il polso della situazione, quale valutazione da all’editoria campana?

Già l’editoria nazionale della carta stampata sta vivendo una crisi evidente con un calo progressivo di vendite. In Campania è ancor più grave anche perché i punti di riferimento editoriali non sono nel Mezzogiorno ma in altre regioni e ciò non determina certo una tutela della nostra informazione. D’altra parte la Campania è l’unica regione che non si è dotata di una legge a sostegno dell’editoria locale come ad esempio la Lombardia o l’Emilia e Romagna che da 25 anni possono contare su un sostegno legislativo: e noi dovremmo colmare un gap di 25 anni.

La voce di Mimmo Falco è sempre tesa al “riscatto di Napoli e della Campania, la rinascita del Mezzogiorno” che è un ciclo di incontri a cura di Azione Meridionale unitamente al Movimento Unitario Giornalisti. Un giornalista che ha sempre lottato per la dignità e la professionalità della categoria in cui continua a credere e che ritiene giusto sostenere ogni iniziativa ‘locale’ che dia forza e credibilità alla nostra regione.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2089 Articoli
Giornalista

1 Commento

  1. come dice il presidente del vostro Ordine ,non è la quantità ma la qualità del lavoro che farà la differenza. e su quello , con voi, mi sento tranquillo e rappresentato.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*