La mano di Ancelotti sul Napoli si vede, ora De Laurentiis completi la rosa

Gioco verticale, cambi di gioco e di moduli, utilizzo ampio della rosa con inserimento anche degli ultimi arrivati in ritiro: questa l’attuale ricetta di Carlo Ancelotti per il suo Napoli.

La vittoria contro il Chievo assume il significato di una vera prova, anche se il tecnico fa ruotare gli uomini a sua disposizione e soprattutto mischia le carte quando manda in campo il primo undici.

L’intenzione di Ancelotti è quella di utilizzare a pieno la rosa e soprattutto quella di dimostrare a tutti gli uomini a sua disposizione che possono giocare in più ruoli.

In questa fase il gioco del Napoli sembra meno schematico, meno ripetitivo ed anche più imprevedibile. Solo le partite con i tre punti in palio faranno chiarezza.

L’augurio poi è che si svuoti l’infermeria consentendo al dr. De Nicola di trascorrere un periodo tranquillo e la speranza è quella di assistere ad un finale di calciomercato che possa completare la squadra evitando di ripetere quegli errori già visti nel recente passato dovuti ad una mano corta.

Il Napoli di Ancelotti può continuare ad essere il primo avversario della Juventus a patto che il tecnico sia messo nelle migliori condizioni.

Ora il programma prevede tre amichevoli internazionali che serviranno a tastare anche la crescita di molti uomini in Europa, poi la concentrazione dovrà essere tutta rivolta verso l’avvio del campionato che si presenta difficile per effetto di un sorteggio che ancora una volta non appare equilibrato nei confronti della società del presidente De Laurentiis, che nel frattempo continua a tuonare contro la Lega.

Il “palazzo” andrebbe cambiato profondamente, qualcosa il commissario straordinario sta cercando di fare ma i vecchi sistemi sono duri a morire.

L’ostilità più volte dichiarata, almeno verbalmente, da parte del presidente del Napoli, pur giusta nella sostanza, non fa bene alla società e quindi alla squadra.

De Laurentiis ha costruito in questi anni una squadra da vertice, un’immagine positiva in campo e virtuosa nell’elaborazione dei bilanci. Ora è tempo di vincere.

Giovanni Gaudiano

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*