LA PAGELLA DEGLI AZZURRI

Contro la Fiorentina si è visto un Mertens formidabile. Buon rientro di Koulibaly. Bene Gargano, David Lopez e Hamsik. In ripresa Callejon, autore di un gol “scacciajella”.

Anduiar: effettua un paio di buone uscite fuori area per fermare il velocissimo Salah lanciato a rete. Un solo errore quando regala un’occasione d’oro ai viola sbagliando un appoggio al compagno; Maggio: bella gara del difensore azzurro che argina bene sia Vargas, sia Joaquin. Nella ripresa si propone spesso a supporto degli attaccanti; Albiol: se la cava abbastanza bene contro Ilicic prima e Gomez poi. Risoluto in un paio di occasioni quando preferisce non giocare di fino, ma calciare lontanissimo la palla; Koulibaly: buon rientro quello del francese. Contro due clienti difficili come Ilicic e Salah si batte alla grande mettendoci cuore, grinta e concentrazione; Strinic: gioca un’ottima gara sia in fase difensiva, sia in quella propositiva. Con lui in squadra c’è maggior equilibrio; Gargano: la brutta prova contro la Lazio è solo un ricordo. Contro la Fiorentina si è rivisto il solito Gargano che ringhia su tutti gli avversari recuperando un mare di palloni. Insostituibile; Davide Lopez: partita di spessore quella dello spagnolo. Si trova sempre al posto giusto nel momento giusto. Distribuisce il gioco con tranquillità senza mai regalare palla agli avversari. Peccato che l’ammonizione gli farà saltare la partita con il Cagliari; Callejon: finalmente una bella prova dello spagnolo. Si sacrifica sulla fascia e realizza una bella rete su assist di Insigne. Simpatico il gesto scacciajella con cui ha festeggiato il ritorno al goal; Gabbiadini: il ragazzo non riesce a incidere sulla partita. Forse il ruolo di vice-Hamsik non gli si addice molto. Apprezzabile in fase difensiva; Mertens: un’ira di Dio. Irresistibile per l’intera partita, manda al manicomio diversi difensori viola. Bellissimo il goal a giro con cui sblocca il risultato. Generosissimo nel rincorrere gli avversari; Higuain: anche se “fantasma“ il suo è stato un goal straordinario per potenza e precisione. Sbaglia maldestramente quando, solo davanti a Neto, tenta di superarlo con un improbabile dribbling invece di calciare subito in porta. Seppur appesantito da qualche etto di troppo, disputa una partita generosa; Hamsik: relegato per l’ennesima volta in panchina, quando entra fa capire a tutti che questo Napoli non può fare a meno del suo capitano. Dall’esultanza rabbiosa manifestata dopo il bel goal messo a segno traspare la tanta rabbia accumulata in questi mesi; Insigne: bello l’assist con cui manda in rete Callejon. Nei quindici minuti giocati contro i viola, il Magnifico dimostra che l’infortunio è solo un triste ricordo; Benitez: sbaglia nel far giocare Gabbiadini nella posizione di Hamsik. Non è quello il suo ruolo. Per il resto legge bene la gara indovinando i cambi. Un buon successo che galvanizza l’ambiente in vista della prossima partita in Europa League; L’arbitro Damato dirige bene la partita, ma non è aiutato dal collega di porta che non vede il goal straordinario segnato dal Pipita.

Roberto Rey

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*