La pagella degli azzurri. Gol capolavoro di Insigne migliore in campo

Lorenzo Insigne, il migliore in campo
Lorenzo Insigne, il migliore in campo

Reina – 6,5: nel primo tempo salva la porta del Napoli da un preciso colpo di testa di Quagliarella con un grande intervento. Sul rigore per poco non compie il miracolo.

Hysay – 6: gioca una discreta partita macchiata da un paio di svarioni che mettono in apprensione la difesa azzurra.

Albiol – 6,5: un’altra buona gara dello spagnolo che dà sicurezza all’intero reparto.

Koulibaly – 6,5: l’errore su Maxi Lopez, causato da un netto fallo dell’attaccante granata, sporca una prestazione fino a quel punto impeccabile.

Ghoulam – 5,5: non gioca una buona gara. Oltre all’inutile fallo da rigore su palla ormai persa dall’avversario, non contrasta Quagliarella che di testa impensierisce Reina e si fa spesso superare sulla fascia di sua competenza. Poco propositivo nella fase offensiva.

David Lopez – 6: svolge il suo solito lavoro oscuro fatto di tanto agonismo e sacrificio. Partita onesta senza infamia e senza lode. (Dal 74° Allan – 6: entra e gioca una ventina di minuti. Un buon allenamento in vista della partita di domenica prossima).

Valdifiori – 6,5: sostituisce bene Jorginho fungendo da fulcro della manovra azzurra. Tenta spesso il lancio lungo per gli attaccanti, soprattutto per i continui tagli di Callejon. Finalmente dimostra di avere qualità, carattere e personalità.

Hamsik – 7: inizia maluccio ma pian piano si riprende diventando protagonista di una partita giocata a un ottimo livello. Segna un gol bello e difficile a seguito di uno splendido passaggio di Insigne. (Dall’88° Chalobah – s.v.).

Callejon – 6,5: dopo pochi minuti dal fischio d’inizio ha la possibilità di segnare ma spara su Padelli in uscita. Per il resto gioca una gara esemplare sacrificandosi in un lavoro di copertura che impedisce ai granata di rendersi pericolosi dalle sue parti.

Higuain – 6,5: pur senza segnare, gioca una buona partita nonostante la gabbia di avversari che Ventura gli costruisce intorno. Partecipa spesso all’azione distribuendo palloni invitanti per i compagni, come in occasione dell’azione che porta al gol Insigne.

Insigne – 7,5: tre magie che lo consacrano migliore in campo: segna l’ottavo gol in campionato con uno splendido pallonetto dalla distanza che supera l’incolpevole Padelli; serve un assist perfetto ad Hamsik in occasione del secondo gol azzurro; colpisce la traversa su calcio di punizione dal limite. (Dal 68° Mertens – 6: nei pochi minuti in cui gioca dimostra tutta la sua incisività con un’azione conclusa con un bel tiro incrociato che lambisce il palo alla destra del portiere granata.).

Sarri – 7: giocando Valdifiori, che è meno incontrista di Jorginho, decide a sorpresa di schierare Lopez al posto di Allan, ritenendolo più utile in fase di copertura. Il Napoli approccia benissimo la partita giocando un ottimo primo tempo e andando meritatamente in vantaggio con Insigne. Reagisce bene dopo il pareggio del Toro, segnando il gol della vittoria con Hamsik. Alla faccia dei tanti che vedono un Napoli Higuain-dipendente.

Roberto Rey

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

1 Commento

  1. higuain 6,5? sarà ma io gli ho visto fare delle belle passeggiate sul campo scontrandosi con glik ogni 3 per 2.forse il peggior higuain del girone d’andata.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*