La pagella degli azzurri. Grande partita di Callejon che segna anche una doppietta

CALLEJON
Callejon, il migliore in campo

Reina – 6: dopo il sul gol subito su punizione, causato da una beffarda deviazione di un uomo in barriera, incrocia le braccia e si gode la partita.

Hysaj – 7: gioca una gran bella partita mettendosi in mostra per grinta e dinamismo. Sbaglia poco o nulla. Peccato per l’ammonizione che lo terrà fuori nella difficile gara con la Lazio.

Albiol – 6,5: sempre concentrato non concede nulla agli attaccanti avversari. Bravo quando c’è da impostare il gioco dalle retrovie.

Koulibaly – 7: prestazione di ottimo livello in cui sembra addirittura intimorire gli avversari per fisico e tecnica. In continua crescita.

Ghoulam – 6: sbaglia alcuni passaggi facili ma si fa trovare sempre pronto quando c’è da appoggiare i compagni sulla fascia.

Allan – 7: prestazione di grande spessore quella del brasiliano. Recupera palloni su palloni capovolgendo spesso la dinamica delle azioni a favore del Napoli. Ammonito, salterà anche lui la gara con la Lazio.

Jorginho – 7: è l’uomo ovunque del Napoli. In più di un’occasione recupera palla agli avversari con una facilità impressionante. Sempre preciso nei passaggi. Uno dei migliori in campo.

Hamsik – 7: gioca a tutto campo regalando numeri da gran campione. È un piacere vederlo di nuovo in campo con entusiasmo e con la carica di un vero leader (dal 41° s.t. David Lopez – sv).

Callejon – 8: proprio nel momento in cui tutti pensavano che era stanco per il durissimo lavoro svolto per l’intera partita, ha trovato la forza e la precisione per realizzare due splendidi gol. Mostruoso…

Higuain – 7: segna di testa l’importantissimo gol del pareggio e raggiunge quota 22. Quando esce per una botta alla schiena, l’intero San Paolo gli regala una standing ovation da brividi (dal 27° s.t. Gabbiadini – sv).

Insigne – 7,5: con classe e personalità viene fuori nel momento più delicato per gli azzurri. Regala un assist perfetto per la testa del Pipita che insacca. Poco dopo pennella nel sette una punizione dal limite che porta il Napoli in vantaggio (dal 30° s.t. Mertens – sv).

Sarri – 7: prima della partita si sbilancia e ammette di non porsi limiti con questo Napoli. Risponde alla grande alla Juve con una vittoria per nulla scontata alla vigilia, contro una squadra che in trasferta ha sempre giocato bene. Mercoledì, contro la Lazio, dovrà essere ancora più bravo per rimediare alle assenze dei due titolarissimi Hysaj e Allan.

 

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*