La pagella degli azzurri. Higuain, autore di una doppietta, il migliore in campo

Reina – 6,5: inoperoso per l’intera partita, si fa notare nel finale per una parata su un bel tiro dalla distanza.

Hysaj – 6,5: un’altra bella partita del terzino azzurro. Sempre sicuro in difesa si propone con continuità e intelligenza in avanti macinando chilometri sulla sua fascia di competenza. Apprezzabile il tiro con il quale sfiora il palo alla destra del portiere avversario.

Albiol – 7: corona un’ottima prestazione con un gol che sblocca il risultato. Da notare che è il primo difensore azzurro (tra titolari e riserve) a segnare un gol in questo campionato.

Koulibaly – 6,5: dalle sue parti non si passa. Chiude con sicurezza e tempestività ogni tentativo offensivo degli avversari. Una sicurezza.

Strinic – 6,5; compie un solo errore, quando non sale in tempo per mettere in fuorigioco il suo uomo. Per il resto gioca una partita attenta e ordinata dimostrando di essere un’ottima alternativa a Ghoulam.

higuain-esulta1
Higuain, il migliore in campo

Allan – 7: si riprende il posto di titolare e svolge con qualità e quantità il solito lavoro di raccordo tra difesa e attacco.

Jorginho – 7: tutte le azioni che partono dalla difesa passano attraverso i suoi piedi. Gestisce benissimo la manovra sveltendo il gioco a centrocampo dove si distingue anche nella fase difensiva. Da apprezzare, nel finale, il tentativo di impegnare il portiere avversario con un tiro dal limite.

Hamsik – 7,5: dopo quella con il Torino, un’altra bella partita. Da incorniciare il gol realizzato a conclusione di una travolgente azione personale. È la terza rete consecutiva (dal 76° Chalobah – sv).

Callejon – 6,5: tatticamente perfetto nello svolgere l’oscuro lavoro di copertura ordinatogli da Sarri, ma continua a essere poco pericoloso in zona gol (dal 73° El Kaddouri – sv).

Higuain – 8: dopo aver finalmente ritrovato il gol su rigore, si ripete mandando la palla in rete dopo una magnifica azione personale. Porta così a diciotto il bottino di gol in diciannove partite di campionato. Oltre alla doppietta gioca una partita importante per intensità, precisione negli scambi con i compagni e visione di gioco (dal 64° Gabbiadini – 7: appena entrato realizza un capolavoro di balistica calcistica con cui supera il portiere avversario. Un gol che strappa applausi anche ai tifosi del Frosinone).

Mertens – 7: Sarri gli dà fiducia mandandolo in campo dall’inizio e lui lo ripaga con una prestazione di ottimo livello risultando uno dei più incisivi in attacco.

Sarri – 7: conoscendo i risultati negativi di Roma, Inter e Fiorentina, non era semplice scendere in campo a Frosinone e vincere la partita. Ma l’intero gruppo ha superato l’esame di maturità approcciando bene la partita e portando a casa un risultato importantissimo. E se oggi tifosi e squadra possono gioire per aver concluso il girone di andata al primo posto, bisogna solo ringraziare Sarri per il lavoro finora svolto e il Presidente De Laurentiis per averlo scelto.

Roberto Rey

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*