La Salernitana resta in serie B, il Venezia retrocede in serie C

VENEZIA – SALERNITANA 2 – 4
Questo il verdetto dopo un’interminabile e tesissima sfida di ritorno dei playout. La partita non regala molte emozioni ma tanto agonismo: alla Salernitana potrebbe bastare un pareggio avendo vinto all’andata per 2-1, ma il Venezia vuole regalare un sogno al suo pubblico. Al 41° Modolo trova il vantaggio con un sinistro potente che spiazza Micai: i campani provano a reagire ma quasi allo scadere del tempo il VAR che dovrebbe valutare un contatto Djuric-Zampano, evidenzia una gomitata di Minala a Modolo che, a giudizio di Aureliano, merita il rosso. Ben 5 minuti di recupero e si va al riposo con il vantaggio per 1-0 per il Venezia.

Nella ripresa Anderson sfiora il pareggio ma anche il Venezia, con Lombardi spreca il gol che significherebbe serie B. Si va avanti con assalti e difesa da una parte all’altra fino ai supplementari. Ma neanche la mezzora extra-time assegna la vittoria: si va ai calci di rigore e le lacrime di Bentivoglio e Coppolaro decidono tutta una stagione

Un risultato sofferto ma che premia la città e la passione dei tifosi”, ha dichiarato don Alfonso D’Alessio, che ha reso noto il commento del neo arcivescovo di Salerno, Andrea Bellandi.  Ed anche il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, ha commentato:“Complimenti alla Salernitana che ha combattuto fino alla fine e riscattato così un intero campionato. Ci auguriamo che questo sia il presupposto per una nuova stagione sportiva fatta di programmazione e di entusiasmo”. Complimenti alla Salernitana che resta in B a testimonianza di una maggiore forza sportiva della Campania e del Sud. E sarebbe auspicabile che anche da Salerno giungessero i complimenti alla squadra del Napoli in occasione di sfide significative piuttosto che brindisi in occasione di sconfitte. Alla Salernitana e al Benevento l’auspicio di giungere in Serie A
Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2036 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*