Le pagelle di Atalanta-Napoli

Atalanta – Napoli 1-2 (Ruiz, Zapata, Milik)

Vediamo insieme le pagelle di entrambe le squadre:

ATALANTA:

Il migliore: Zapata 7.5 l’ex col dente avvelenato che porta ancora Napoli nel cuore. Un bestione di quasi due metri che trascina e costringe gli avversari ad inseguirlo. È bravissimo a trovare il gol del pari.

Il peggiore: Palomino 5 torna in mezzo alla difesa bergamasca e commette l’errore fatale che costa la partita ai suoi, perdendo la marcatura su Milik che fa 1 a 2.

Berisha 6; Mancini 5.5 (dal 89′ Tumminello s.v.); Palomino 5; Masiello 6; Hateboer 6.5; De Roon 5.5; Gosens 6.5; Rigoni 6 (dal 71′ Valzania 5.5); Gomez 6; Zapata 7.5

All. Gian Piero Gasperini: subisce troppo un Napoli formidabile in apertura. Nella ripresa cerca di porre rimedio. Ci riesce in parte, conta il risultato e perde il confronto diretto col tecnico avversario.

NAPOLI:

Il migliore: Milik 7.5

Il peggiore: Maksimovic 5.5

Ospina 6: non appare sicurissimo come nelle ultime apparizioni. Fa comunque il suo dovere in un paio di occasioni e nulla può sul gol avversario.

Maksimovic 5.5: meno bene rispetto alle uscite champions. Gosens dal suo lato sembra indiavolato e più volte lo mette in difficoltà. (Dal 78′ Hysaj s.v.).

Albiol 6: sicuro, preciso, puntuale.

Koulibaly 6.5: il gigante buono. Se ancora avesse bisogno di conferme, giganteggia anche a Bergamo con il suo strapotere fisico.

M. Rui 6.5: rimedia un’ammonizione evitabile ma in fase offensiva dà una mano alla manovra azzurra e serve a Milik l’assist per il gol che vale 3 punti.

Callejon 6: partito male con errori non da lui. Alla lunga si riprende e viene fuori il solito giocatore.

Allan 6: meno bene dei suoi soliti standard. Gioca ugualmente la sua onesta partita senza sbavature.

Hamsik 6.5: il capitano dà continuità alla sua fantastica prestazione di Champions contro la Stella Rossa. Finalmente più partecipe alla manovra, ottimo in fase passiva. Visione di gioco e verticalizzazioni degni del suo nome.

Ruiz 7: oramai completamente immedesimato negli schemi ancelottiani. Pronti via, viene visto da Insigne e va in gol subito con un taglio perfetto. Cala un pochino nella ripresa tanto da cedere il posto. (Dal 77′ Zielinski 6).

Insigne 6.5: serve in maniera splendida Ruiz per il gol che vale il vantaggio. Peccato si divori il gol che può valere il raddoppio. Per il resto sempre nel vivo della manovra.

Mertens 6: serve Insigne dopo pochi minuti di gioco in mezzo a quattro avversari ed il folletto azzurro si invola verso l’area avversaria servendo poi Ruiz. Poi Dries si spegne pian piano nel corso della gara. (Dal 82′ Milik 7.5 entra e dopo pochissimi istanti segna un gol, e che gol, importantissimo che permette agli azzurri di tornare a casa con i 3 punti, riportandosi a meno otto dalla vetta).

All. Carlo Ancelotti 7: volente o nolente ha sempre ragione lui. È un Napoli versione Champions quello che scende all’Atleti Azzurri d’Italia, ed in effetti parte fortissimo. Si disunisce quando subisce il gol del pari, ma Carletto con i cambi cambia ancora volto al match.

 

Marco Boscia

Marco Boscia
Informazioni su Marco Boscia 85 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*