Le pagelle di Genoa-Napoli

Genoa-Napoli 1-2 (Kouame, Ruiz, aut. Biraschi)

Vediamo insieme le pagelle di entrambe le squadre:

GENOA:

Il migliore: Kouame 7 un’autentica spina nel fianco per la difesa partenopea. Mette più di una volta in difficoltà i diretti marcatori ed è bravissimo a portare i rossoblu in vantaggio liberandosi della marcatura di Albiol ed anticipando Hysaj.

Il peggiore: Piatek 5 da uno che ad inizio novembre è già a quota 13 gol tra campionato e coppa Italia ci si aspetta molto di più. Imbrigliato da Albiol e Koulibaly, non riesce quasi mai a crearsi spazi importanti.

Radu 6; Biraschi 5,5; Romero 6; Criscito 6; Romulo 6,5 (dal 90′ Pandev s.v.); Hiljemark 6 (dal 78′ Mazzitelli 5,5); Veloso 5,5 (dal 58′ Omeonga 5,5); Bessa 5,5; Lazovic 6; Piatek 5; Kouame 7

All. Ivan Juric 6,5: si gioca il posto sulla panchina del Genoa, o comunque deve riuscire a dare importanti risposte al suo presidente dopo la sonora sconfitta contro l’Inter e gli ultimi risultati negativi. Il suo Genoa è cattivo e gioca con la giusta aggressività, ma il Napoli la chiude a pochi minuti dal termine. Gli manca solo il risultato. SFORTUNATO.

NAPOLI:

Il migliore: F. Ruiz 7.5

Il peggiore: Hysaj, Zielinski 5

Ospina 6: sicuro ed affidabile. Non può nulla sul tiro ravvicinato di Kouame che porta il Genoa in vantaggio.

Hysaj 5: ancora una volta una prova incolore ed al di sotto di quello che ci si aspetta da lui. Troppo in ritardo in occasione del vantaggio genoano. (Dal 81′ Malcuit s.v.)

Albiol 6: nessun errore particolare da registrare ma va più volte in difficoltà sulle accelerazioni di Kouame. Gara da sufficienza.

Koulibaly 6.5: il solito gigante della difesa azzurra. Viene superato una sola volta da Kouame, per il resto chiude sempre e bene anche con interventi in anticipo da stropicciarsi gli occhi.

M. Rui 6: poco in fase offensiva, dà una mano in quella difensiva.

Callejon 5.5: dopo la splendida prestazione in settimana contro il Paris Saint Germain, è meno brillante del solito. Serve nel primo tempo Milik invitandolo a segnare, ma gliela dà a mezza altezza e non è semplice per il polacco insaccare.

Allan 6.5: instancabile come sempre. Corre, lotta, suda, e recupera palloni come da consuetudine.

Hamsik 6.5: partita quasi perfetta. Smista palloni a destra e sinistra senza errori. Prova in un paio di occasioni anche con la conclusione da fuori.

Zielinski 5: timido ed impacciato. Ancelotti è una furia quando perde un pallone a metà campo che permette agli avversari di ripartire e di terminare poi l’azione con il gol del vantaggio. È da recuperare dopo un ottimo inizio di campionato. (Dal 46′ F. Ruiz 7.5 entra sotto il diluvio e fa la differenza. Con un campo al limite della praticabilità, ci mette la giusta cattiveria e la giusta aggressività. Segna il gol che dà il là alla vittoria azzurra, su splendida palla di Mertens. In questo momento sembra proprio non si possa rinunciare allo spagnolo).

Milik 5.5: ancora sottotono. Non è sicuro dei suoi mezzi e non riesce ad incidere come vorrebbe. Si divora un gol nel primo tempo, ma nello stesso tempo è anche sfortunato a trovare un ottimo Radu. (Dal 46′ Mertens 7 cambia volto alla gara assieme a Ruiz. Lo serve in maniera splendida di tacco. Appena ha il pallone tra i piedi dà la sensazione di essere sempre pericoloso).

Insigne 7: e il più ispirato. Nel primo tempo ci prova più volte e colpisce un palo da casa sua. Serve in maniera splendida i compagni, avviando più volte azioni pericolose.

All. Carlo Ancelotti 7: resta sorpreso, assieme alla sua squadra, dal pressing genoano. Dimostra una calma d’altri tempi senza demordere. A fine primo tempo, come già fatto sempre a Marassi contro la Sampdoria, effettua un doppio cambio che stavolta cambia l’esito della partita: fuori gli spenti Zielinski e Milik e dentro Ruiz e Mertens. Risultato? Il Napoli vince ancora.

 

Marco Boscia

Marco Boscia
Informazioni su Marco Boscia 157 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*