Le pagelle di Juventus-Napoli

Juventus – Napoli 3 – 1 (Mertens, Mandzukic, Mandzukic, Bonucci)

Vediamo insieme le pagelle di entrambe le squadre:

JUVENTUS: I migliori: Mandzukic 7.5 non ruba l’occhio, è il meno bello da vedere nel super attacco juventino, ma è spesso il più efficace. Si regala e regala al popolo juventino, una doppietta fondamentale che serve per portare i 3 punti a casa.

Cristiano Ronaldo 7.5: gioca e dribbla gli avversari quasi come fossero birilli. Si inventa un assist perfetto per Mandzukic per il pareggio. Nella ripresa non smette di correre ed incitare i suoi a salire ed attaccare e nel predicare la calma quando necessario. Gioca lotta e cerca più volte il gol, anche a risultato ormai acquisito non smette di provarci.

Il peggiore: Bonucci 6 soffre nei primi 20 minuti sia Mario Rui che Zielinski. Regala ad Allan il pallone che porta gli azzurri sullo 0 – 1. Nella ripresa si fa ammonire ingenuamente su una ripartenza di Koulibaly. Si fa perdonare dai propri tifosi con il gol che chiude il match.

Szczesny 6.5; Cancelo 6; Bonucci 6; Chiellini 6.5; Alex Sandro 6; Emre Can 6 (dal 61′ Bentancur 6); Pjanic 6; Matuidi 6.5; Dybala 6.5 (dal 64′ Bernardeschi 6); C. Ronaldo 7.5; Mandzukic 7.5 (dal 84′ Cuadrado s.v.).

All. Massimiliano Allegri 7: non sbaglia praticamente nulla. Si presenta in casa contro gli avversari numero uno al titolo con 3 punte del calibro di Dybala, Mandzukic e C. Ronaldo. Soffre maledettamente gli azzurri nei primi 20 minuti di gara. Va sotto ma riesce a far rialzare i suoi, poi in campo ha i fenomeni che gli risolvono la partita da soli. Per il momento 7 su 7, 8 con la partita di Champions. Chapeau.

NAPOLI: Ospina 6: gioca tranquillo e si concede anche due o tre parate importanti. Peccato incassi 3 gol.

Hysaj 4.5: un disastro. In fase offensiva è nullo. In fase difensiva regala il pallone a Ronaldo che poi si prende gioco di lui e serve Mandzukic per il pareggio. Sul gol che chiude il match è poi palesemente in ritardo per contrastare sempre Ronaldo in mezzo all’area.

Albiol 6: partita senza infamia e senza lode.

Koulibaly 6: l’eroe di Torino dello scorso anno giganteggia nel primo tempo chiudendo e bene quasi tutti gli spazi. Cala vistosamente nella ripresa.

M. Rui 5: un primo tempo anche da 6.5 volendo. Riparte bene ed insieme a Zielinski crea non pochi fastidi su quella corsia. Nella ripresa però prima è immobile sul tiro di Ronaldo che si stampa sul palo lasciando così Mandzukic libero di siglare il vantaggio e poi ingenuamente si prende un’espulsione generosa.

Allan 7: il solito combattente. Non molla un pallone e regge 90 minuti e più il centrocampo azzurro da solo. Si ruba il pallone che porta i suoi in vantaggio dopo 10 minuti.

Hamsik 5.5: non al meglio. Lento, impacciato. Può fare di più e si pretende di più. (Dal 70′ F. Ruiz 6)

Zielinski 6.5: gioca bene la prima mezz’ora poi cala. È quello però più continuo e dai suoi piedi nasce il primo pericolo per la porta juventina, la palla però finisce sul palo. (Dal 61′ Malcuit 6)

Callejon 6: buona partita. Serve un assist al bacio in maniera intelligente a Mertens che ringrazia ed insacca. Nella ripresa purtroppo a tu per tu col portiere bianconero si divora il gol del possibile pareggio.

Mertens 6: può fare e dare molto di più a questa squadra. La sensazione è che Dries debba ancora carburare. Ma ha il merito di farsi trovare pronto in area in occasione del vantaggio. (Dal 61′ Milik 5.5)

Insigne 5: il Lorenzo di inizio stagione oggi non c’è. Prestazione opaca e poca precisione.

All. Carlo Ancelotti 6: in partenza i suoi giocano a memoria e mettendo sotto gli avversari in casa propria. Non sbaglia né formazione né uomini in partenza. Ma poi la gara non gli dà ragione e la sua squadra finisce per essere schiacciata dagli avversari.

Arbitro Banti 4.5: nella prima frazione di gara ammonisce Rui (giusto) e Koulibaly (generosamente) ma dimenticandosi il giallo in tasca per Chiellini (fallo di mano che da regolamento va punito col giallo) e Matuidi per due falli (di cui il primo in gamba tesa su Hamsik). Nella ripresa espelle M. Rui, ingenuo sicuramente nel mettere il piede a martello, ma condizionando una gara che era ancora apertissima a tutti gli scenari, questo però va detto ci può stare. Ovviamente inutile dire che Cristiano Ronaldo, che colpisce il pallone non una, ma ben due volte, dopo che gli è già stato fischiato il fuorigioco, calciando verso la porta avversaria, resta impunito e non gli viene mostrato il giallo. Ah si, anche se da regolamento è giallo, si chiama Cristiano Ronaldo e gioca nella…

Marco Boscia

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 909 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*