Le pagelle di Napoli e Crotone

Il Napoli chiude la stagione a 91 punti battendo anche il Crotone e condannando i calabresi alla serie B.
Uno scudetto assaporato ma purtroppo mancato. Restano 11 ragazzi che hanno fatto emozionare un intero popolo.

Queste le pagelle di Napoli e Crotone.

CROTONE

Cordaz 7: all’età di 35 anni riesce ancora a sorprendere con parate e scatti superlativi. Senza lui il passivo poteva essere peggiore. Commoventi le sue lacrime a fine partita.

Faraoni 6: buona fase difensiva e buon pressing sugli avversari.

Ceccherini 5.5: ordinato in fase difensiva ma si affaccia poco e male nella metà campo azzurra.

Capuano 5: perde completamente Milik sul primo gol del Napoli e commette parecchi falli non puniti col giallo.

Martella 5: poco attento si fa scappare Callejon in molte occasioni.

Rohden 5: in mezzo al campo viene completamente annullato dai suoi diretti avversari Allan e Jorginho.

Mandragora 6: ha talento e si vede. Scende in B con i suoi ma festeggia la convocazione in nazionale.

Barberis 6: prova più volte a creare pericoli alla difesa partenopea anche da calci piazzati.

Trotta 5.5: poco incisivo non riesce mai a duettare con i propri compagni di reparto.
Viene poi sostituito da Tumminiello (6) che si toglie almeno la soddisfazione dell’ultimo gol del Crotone nella massima serie.

Nalini 5: un anno fa riuscì ad essere l’uomo della salvezza. Oggi viene completamente annullato dalla retroguardia azzurra.

Simy 5: l’uomo della provvidenza che nell’ultimo periodo era riuscito ad andare spesso in rete non riesce mai a superare il muro azzurro.

Zenga 5: il Crotone saluta la serie A, e nonostante le imprese con Inter, Lazio e Juventus i calabresi perdono troppi punti contro le dirette avversarie. Fallisce anche l’allenatore lì dove Nicola era riuscito.

GLI AZZURRI

Reina 6: poco impegnato, ma nel finale non può niente sul tiro di Tumminiello deviato da Mario Rui. Giornata per lui emozionante con il saluto ai tifosi e il giro di campo insieme ai propri figli.

Hysaj 6: benissimo in fase difensiva si fa apprezzare anche per alcune discese palla al piede.

Albiol 6.5: mai una sbavatura. Perfetto come sempre guida la difesa partenopea.

Koulibaly 7: un muro in difesa. Si fa sempre apprezzare per la sua tenacia e il pubblico lo osanna quando nella ripresa va via in mezzo a due e si guadagna una punizione.

Mario Rui 6.5: scoperta più che interessante di questo Napoli. Gioca bene sbagliando pochissimo.

Zielinsky 6.5 il talento è dalla sua, l’età anche. Festeggia il compleanno con una maglia da titolare e ci prova più volte dalla distanza senza trovare il gol.

Allan 6.5: non sbaglia niente. Annulla i suoi diretti avversari e gioca la solita partita da combattente.

Jorginho 6: fa sempre il suo dovere sbagliando poco o nulla. Va anche vicino alla rete.

Insigne 7: buona partita. È come sempre ispirato e va vicino al gol con un destro a giro. Poi regala due assist perfetti a Milik e Callejon.

Callejon 6.5: ancora una volta chiude il campionato in doppia cifra.

Milik 7: quando gioca, che sia da subentrante o da titolare trova sempre il gol. Quest’anno sarebbe servito come il pane.

Maggio 10: avrebbe meritato di giocare titolare ma sarebbe stato giusto dargli spazio anche solo per 5 minuti. Lui, del nord, si è legato in maniera indissolubile a questa piazza che è stata la sua casa per 11 anni. La curva e lo stadio tutto si unisce in unico lungo applauso per salutarlo.

Sarri 7: regala al suo popolo ancora una volta una prestazione sublime degli azzurri. Poteva forse schierare Christian Maggio e regalargli anche solo pochi minuti di gloria. Cinematograficamente De Laurentiis ha definito questa stagione “la grande bellezza” dando molti meriti a Sarri. Oggi poi però dichiara che non ha avuto risposte dal suo allenatore e che il Napoli deve ripartire. Ma Sarri si inchina sotto la Curva ringraziando i suoi tifosi e dichiarando che questo popolo ha vinto perché il Napoli è entrato nel cuore di tutti. Il suo futuro è ancora incerto ma sembra più lontano da Napoli.

Marco Boscia

Marco Boscia
Informazioni su Marco Boscia 160 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*