Le pagelle di Napoli-Genk

Meret 6.5: ha tutto sotto controllo. Viene impegnato poco o nulla ma dimostra di avere già la personalità giusta per giocare in serate del genere.
Di Lorenzo 7: grinta, corsa, cuore. È diventato fondamentale per questa squadra. È uno di quelli da cui ripartire. Assist al bacio per il raddoppio di Milik.
Manolas 6: buona partita. Normale amministrazione ma sul finale qualche passaggio di troppo sbagliato.
Koulibaly 6.5: mezzo voto in meno per l’evitabile ammonizione nel finale. Torna sui suoi standard per il resto e guida la difesa in maniera impeccabile. Traversa clamorosa ad inizio gara.
Mario Rui 6: ci mette grinta sempre. Ha dei limiti ed è innegabile ma l’impegno non manca mai.
Callejon 6: è ancora sottotono ma tutto sommato disputa una gara sufficiente. Piano piano si ritroverà assieme alla squadra. (Dal ’79 Llorente s.v.)
Allan 7: è imprescindibile per gli azzurri. Due giornate in cui è mancato come il pane con Bologna ed Udinese. Torna, lotta e suda la maglia.
 
Fabian Ruiz 5.5: prestazione quasi da dimenticare. Passaggi sbagliati a ripetizione ed almeno in due occasioni gli avversari si divorano dei gol in ripartenza.
Zielinski 6: sta piano piano ritrovando la forma migliore. La rete contro l’Udinese lo ha caricato. (Dal ’72 Gaetano 6 esordio in Champions nello stadio della sua città)
Milik 7.5: tripletta in 45 minuti. Torna dopo un nuovo infortunio muscolare. I tifosi azzurri si augurano sia l’ultimo. Lo spauracchio di Ibrahimovic è dietro l’angolo, ma Arkadiusz vuole essere la punta principale di questo Napoli. (Dal ’78 Lozano s.v.)
Mertens 6.5: ottima gara condita dal gol numero 118. È a tre lunghezze da Marek Hamsik, inidimenticato beniamino dei tifosi che ha salutato il pubblico a metà tempo.
Marco Boscia
Marco Boscia
Informazioni su Marco Boscia 160 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*