Lento ma interessante il calciomercato del Napoli che tra qualche giorno avrà contorni ben definiti

L’ultima offerta del Presidente De Laurentiis per convincere la società nerazzurra a cedere Mauro Icardi è di 60 milioni più due di bonus. Un lungo incontro, l’ultimo, si è tenuto a Bologna tra Giuntoli e l’entourage dell’argentino con l’offerta che sarà formalizzata alla società nelle prossime ore. Tocca all’Inter, dopo un colloquio con il nuovo tecnico De Boer, decidere se un tesoretto come quello offerto dal Napoli si possa o meno rifiutare. In gioco c’è la politica della nuova dirigenza che sempre si è espressa in modo categorico circa l’incedibilità di Icardi. Comunque si è ai titoli di coda.

rog1Per Marko Rog, invece sembra ormai in discesa la trattativa. Secondo Ciro Venerato intervenuto a si Gonfia la Rete, il giovane croato della Dinamo Zagabria potrebbe firmare già nel prossimo week end. “Con la Dinamo – ha precisato Venerato – è già iniziato lo scambio di documenti e numeri di matricola. L’accordo è sui 12 milioni con un contratto quinquennale su base di 800mila più 100mila di bonus”. Anche la Dinamo sembra convinta a far partire il giovane centrocampista in brevissimo tempo perché Sarri possa contare su di lui sin dalla prima di campionato.

Le prossime ore saranno decisive anche per capire le decisioni di Urbano Cairo a proposito della cessione di Maksimovic. Il serbo parlerà col Presidente ricordandogli le promesse della scorsa estate: cessione di fronte ad un’offerta superiore a 20 milioni o un sostanzioso adeguamento rispetto agli 800mila euro attuali. Ma Giuntoli ha dato materiale da studiare a Sarri sul centrale del Benfica, Lindelof che verrebbe ceduto per 30 milioni. Un modo per cautelarsi considerando la necessità del Napoli di acquistare un terzino anche nel caso di conferma di Koulibaly del quale, “Tra due, al massimo tre giorni – ha dichiarato Satin, agente del senegalese – saranno annunciate delle novità e tutto sarà definito”.

diawaraResta aperta la strada Bologna-Napoli, via Diawara nonostante un terzo incomodo. Tra Roma e Napoli si è inserito l’Aston Villa che, benchè retrocesso, ha fatto un’offerta di 17 milioni accettata dalla società ma non ancora da Diawara che vorrebbe restare in Italia: così il Napoli ha ritentato un pressing decisivo offrendo 14 milioni indipendentemente da Valdifiori.

Resta in sospeso il discorso Insigne che piace al West Ham, ma è con l’Inter la vera trattativa che ormai ha preso forma. Il rapporto tra il Magnifico e la dirigenza azzurra è in crisi e Ausilio metterà sul piatto un’offerta di 25 milioni. L’auspicio è che Insigne resti (come Koulibaly o Albiol) ma a Sarri, oltre alle responsabilità tecniche, si chiedono un po’ troppe responsabilità psicologiche.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*