L’Italia di Mancini chiude il 2018 con l’amichevole contro gli Stati Uniti

Dopo lo 0 a 0 contro il Portogallo nell’ultimo match del girone di Nations League, che ha visto scendere in campo a San Siro una buona Italia a cui è mancato solamente il gol, i ragazzi del commissario tecnico Roberto Mancini si preparano all’ultimo incontro della Nazionale di quest’anno: l’amichevole contro gli Stati Uniti che si disputerà questa sera alla Luminus Arena di Genk, in Belgio, alle ore 20:45 (diretta su RaiUno).

L’undici che il mister di Jesi manderà in campo sarà senza dubbio ampiamente rimaneggiato rispetto a quello visto sabato sera a Milano, considerando che molti dei titolari del Meazza hanno avuto il permesso di rientrare in anticipo nelle rispettive squadre di club, dal momento che una sfida senza nulla in palio come quella di stasera può rappresentare anche un’ottima occasione per testare giovani ed esordienti. Non saranno della trasferta belga, oltre al napoletano Lorenzo insigne, Ciro Immobile, Alessandro Florenzi, Giorgio Chiellini, Lorenzo Pellegrini e Jorginho. Gli azzurri si affideranno così all’esperienza di Bonucci in difesa, a difesa della porta tra i cui pali ci sarà probabilmente Sirigu, all’entusiasmo di Barella ed alla classe di Verratti in mezzo al campo, ed alla voglia di affermarsi finalmente con continuità ad alti livelli di Domenico Berardi nel tridente offensivo, che dovrebbe essere composto oltre che dall’esterno del Sassuolo anche dall’ala dell’Hoffeneim Vincenzo grifo e da Kevin Lasagna; esordio dal primo minuto anche per Stefano Sensi. Tra le fila degli americani, invece, ci sarà anche Tim Weah, figlio di George, ex stella del Milan ed attuale Presidente della Liberia.

Sono Undici i precedenti tra la selezione italiana e gli U.S.A., con un bilancio di 7 successi azzurri, tra cui quelli ai Mondiali di casa del’34, poi vinti dalla squadra di Pozzo, e del ’90 (1 a 0 firmato dal Principe Giannini), 3 pareggi, tra i quali sicuramente tutti ricorderanno l’1 a 1 della fase a gironi di Germania 2006, Coppa del Mondo poi vinta dall’Italia, con rete di Gilardino ed autogol di Zaccardo, oltre che espulsione di De Rossi per gomitata a McBride, ed una sola vittoria a stelle e strisce, l’1 a 0 siglato da Dempsey nell’amichevole del febbraio 2012 gioata a Genova.

 

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 979 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*