ll Napoli rischia tanto negli ultimi minuti ma dopo dieci anni vince allo Stadio Castellani

 

Partenza stentata del Napoli sceso in campo molto rilassato che subisce una pressione alta dell’Empoli per cinque minuti, poi un paio di accelerazioni e vien fuori il Napoli che dopo 24 minuti è in vantaggio di due gol con un rigore parato. Calcio champagne quasi mortificante per l’Empoli che non riesce a frenare gli spunti degli azzurri assistendo passivi alle triangolazioni e ai passaggi ripetuti con un possesso palla da “tique taque”. Al 37° poi il rigore di Insigne manda tutti al riposo con un 3-0 rassicurante. I 5mila tifosi partenopei felici per aver scelto un trasferta tranquilla, già pensano alla goleada e invece il Napoli torna in campo ancora riposando. L’Empoli,viceversa, ricomincia a pressare e Maurizio Sarri, dalla panchina urla a squarciagola, “svegliatevi”. Il Napoli tenta di reagire e Insigne sempre più leader in questa squadra insieme con Hamsik, confeziona un assist per Callejon che non riesce ad impattare. E’ chiaro che appena il Napoli pigia sull’acceleratore fa quel che vuole ma Hamsik a fine gara dichiara: “Siamo contenti della vittoria, ma non possiamo soffrire così. Molti, nel secondo tempo erano stanchi ed avvertivano i crampi”. Così El Kaddouri su punizione ritrova il gol dopo un anno e Maccarone all’82° segna un rigore sacrosanto lasciando dodici minuti di speranza alla squadra di Martuscello. Dopo dieci anni il Napoli espugna il Castellani e inizia lo sprint finale.

Cinquemila tifosi partenopei accolgono il Napoli che inizia la gara con scarsa aggressività e scarsa precisione negli scambi, ma al 6° già il primo squillo con Ghoulam per Callejon e Skorupski che blocca. Al 6° Mertens recupera palla e Costa lo atterra: Damato fischia il rigore e sventola il giallo per il difensore. Dal dischetto, lo stesso Mertens con brevissima rincorsa calcia male e il portiere sventa. Ma il Napoli ha preso in mano la partita e comincia il suo gioco: al 13° una fitta combinazione di passaggi stretti con Callejon che pennella per Hamsik : sforbiciata in area e il pallone supera la traversa. Al 19° cross di Ghoulam respinto da Costa per Insigne che col destro, di collo, trova l’angolino basso di precisione. E’ l’1-0 che sblocca la partita. Al 22° Croce interviene in modo falloso su Callejon: punizione di Mertens che infila all’incrocio dei pali con Skorupski a sfiorare la sfera. Ora il Napoli si diverte e l’Empoli guarda come si gioca. Tocchi di prima, triangolazioni, pressione asfissiante e al 37° Insigne lancia per Callejon che viene steso da Pasqual: Damato indica il dischetto, Insigne non sbaglia la doppietta. A Empoli il Napoli vince 3-0. Si va al riposo.

Si riprende e Pucciarelli s’invola superando Hysaj conquistando un corner e subito dopo Reina interviene su Bellusci salvando la porta. Resta comunque il Napoli a condurre pur senza alzare il ritmo ma al 62° esce (scontento) Jorginho per far posto a Diawara e il centrocampo del Napoli sembra risentirne. Al 70° fallo di Callejon su El Kaddouri e punizione: calcia il marocchino che segna 1-3. Al 77° Sarri richiama Insigne e dentro Giaccherini: il Napoli è stanco e l’Empoli tenta la rimonta. All’82° Ghoulam commette fallo su Krunic lanciato a rete e Damato fischia il terzo rigore della giornata: dal dischetto Maccarone segna il 2-3 consegnando all’Empoli l’arma dell’assalto finale. Esce anche Mertens per Milik ma il Napoli soffre maledettamente gli ultimi minuti con Thiam e Maccarone vicini al gol del pareggio. Ma è iniziato un nuovo decennio. Il Castellani è violato.

FORMAZIONI

EMPOLI : Skorupski, Laurini, Bellusci, Costa, Pasqual Krunic, Diousse (25° st J. Mauri), Croce, El Kaddouri, Pucciarelli (22° st Maccarone), Thiam

NAPOLI : Reina, Hysaj, Chiriches, Albiol, Ghoula, Allan, Jorginho (17° st Diawara), Hamsik, Insigne (32° Giaccherini), Mertens (28° st Milik).

RETI : 19′ Insigne, 23′ Mertens, 38′ Insigne (rig), 70′ El Kaddouri, 82′ Maccarone

AMMONITI : Costa, Diousse, J. Mauri, Jorginho, Callejon, Hysaj, Albiol

ARBITRO : Damato (Barletta)

Diana Miraglia

Foto Lapresse

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2095 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*