STADIO SAN PAOLO, IL RIENTRO DI SANNINO E IL CASO BUFFON

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris

CARICATURA_GAUDIANOIl fatto della settimana per i tifosi del Napoli non è stata la vittoria in Europa League quanto invece il botta e risposta sullo stadio tra il presidente De Laurentiis ed il sindaco De Magistris.

Il numero uno azzurro ha detto quello che pensano in tanti ed il primo cittadino ha risposto che il progetto del Napoli non è convincente e che la cifra messa a disposizione da De Laurentiis è insufficiente e che per una cifra simile il Comune può fare da solo.

La reazione a tale dichiarazione non può che essere: “Allora signor sindaco faccia lei”. La realtà è ben altra ed è tra le pieghe di tutti i discorsi che si sono sentiti. Il San Paolo è da sempre un centro di potere politico con tutte le attività che vi si svolgono e quindi il sindaco non vuole e forse non può lasciare il campo alla società azzurra. Troppi gli interessi, troppi i galli a cantare e De Laurentiis al contrario ama fare da solo, come ha dimostrato in questo decennio con il Napoli. Si sa poi che i sindaci possono passare mentre nel mondo del calcio i presidenti che si dedicano davvero alla società restano a lungo. La questione, quindi, sarebbe di facile risoluzione: De Magistris, che potrebbe non essere rieletto, dia la possibilità al Calcio Napoli di continuare la sua crescita consentendo al suo presidente di investire nella ristrutturazione del San Paolo che è sicuramente indispensabile, improrogabile e soprattutto necessaria visto che, come ha dichiarato il presidente della FIGC Tavecchio, l’unico stadio al sud che oggi può ospitare la nazionale è quello di Palermo.

L'allenatore del Carpi Giuseppe Sannino
L’allenatore del Carpi Giuseppe Sannino

Crediamo sia una vergogna per Napoli e per i napoletani che vada cancellata al più presto e poi qualcuno ha detto a De Magistris che il Napoli è salito al quindicesimo posto nel ranking Uefa? E sempre quel qualcuno gli ha detto che la nostra bella città non occupa assolutamente tale posizione tra le città europee pur avendo tutte le componenti per essere una vera capitale del nostro continente?

Voltiamo pagina. In questa settimana le due “cenerentole” del calcio italiano Frosinone e Carpi hanno scritto un po’ di storia vincendo la prima partita in serie A. E’ curioso ma il pensiero, dopo i complimenti a Stellone ed al rientrante Sannino che per chi ha visto la partita con il Torino ha già cambiato in poco tempo volto alla sua squadra, vola verso Roma e si dirige verso il presidente della Lazio Lotito. Il calcio presidente è bello per questo. Le due matricole non sappiamo se si salveranno o che posto occuperanno al termine della stagione ma hanno già mostrato di saper crescere e di voler lottare perché il calcio non è uno sport per signorine o per damerini. Un pizzico di rispetto in più non guasterebbe.

Il portiere della Juventus Gianluigi Buffon
Il portiere della Juventus Gianluigi Buffon

Il finale è dedicato a Gianluigi Buffon. Ha ragione Condò che sulla Gazzetta scrive che non si deve far finta di nulla. E’ indecente che quello che nella scorsa stagione è stato, a parere non solo mio, il più forte portiere in campo non sia stato nominato tra i 59 papabili per il pallone d’oro. Soprattutto non è possibile giustificare chi lo ha escluso nel momento in cui nella lista sono presenti: Neuer, De Gea, Courtois, Bravo e Ospina. I nominati sono tutti ottimi portieri ma il riconoscimento viene assegnato sulla base del rendimento dell’anno calcistico appena trascorso. Ed allora lasciando stare Neuer che ha un rendimento ed un numero di presenze all’altezza del nostro portierone gli altri non possono vantare un simile curriculum per la stagione conclusasi a maggio. Se il regista di tale sgarro è ancora il presidente della Fifa Blatter, allergico agli italiani, siamo sicuri che si tratta oramai di una delle sue ultime malefatte visto che gli sponsor miliardari (Visa, Coca Cola e McDonald’s) hanno deciso che deve lasciare il suo posto al più presto altrimenti potrebbero ritirare il proprio imprescindibile e miliardario appoggio alla federazione.

Giovanni Gaudiano

 

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*