L’OPINIONE DI ITALO PALMIERI

In attesa di Napoli Inter, Contropiede Azzurro ha rivolto alcune domande ad Italo Palmieri, grande conoscitore di calcio e Direttore Generale della Carpisa Yamamay.

D. Napoli – Inter, tra attese e speranze, ma anche qualche timore.

R. Io ritengo che il Napoli sia la squadra che gioca il più bel calcio d’ Italia: c’è poco da aver timore. Certo l’Inter è ben allenata da un nome importante, ha ottimi calciatori e mi riferisco per esempio a Jovetic, a Icardi, però il Napoli ha un Higuain in forma strepitosa e dei centrocampisti che giocano bene: trovare dei difetti in questo Napoli è molto difficile . Giochiamo in casa e il pubblico si faccia sentire. Mi auguro solo che la squadra abbia quella determinazione e quella forza fisica già dimostrata per poter aspirare a battere l’Inter.

D. A centrocampo si vincono o si perdono le partite e l’Inter ha un centrocampo molto solido

R. Questo è vero, il centrocampo dell’Inter è molto muscoloso ma quello del Napoli ha trovato una sua quadratura ed è di qualità con Jorginho che meriterebbe la nazionale, Hamsik, rigenerato dalla cura Sarri e un superlativo Allan. Non temo quella fisicità dell’Inter. Il centrocampo del Napoli è il migliore d’Italia che non mostra alcuna sbavatura.

D. Fosse possibile scegliere di portare in azzurro qualche giocatore dell’Inter?

R. Il portiere è forse quello che a inizio stagione ha dato qualche punto ma con Reina non ci sono problemi. In verità, questo Napoli attuale rappresenta un 11 quasi perfetto. Certo nel futuro potrebbe servire un Kondogbia o Jovetic per una rosa più completa. A gennaio qualche acquisto si farà perché attualmente il Napoli ha risentito dell’infortunio di Mertens e Gabbiadini, che ritengo uno dei più forti attaccanti e per una squadra che mira in alto occorre una rosa completa.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2113 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*