Mancano cinque giorni al via delle Universiadi estive 2019

Riflettori puntati su Napoli pronta ad abbracciare gli atleti provenienti da 127 paesi di tutto il mondo. Mancano cinque giorni al via delle Universiadi estive 2019, giunte alla 30ma edizione e già da ieri mattina sono iniziate ad arrivare le prime delegazioni. La cerimonia inaugurale è fissata per mercoledì 3 luglio alle ore 21 con 1100 giornalisti accreditati e 81 televisioni internazionali. “Per le Universiadi – ha dichiarato il Presidente della Regione Vincenzo De Luca – abbiamo fatto tutto con le nostre forze, mentre ho visto che per le Olimpiadi invernali c’è un contributo di quasi 1 miliardo di euro del Cio e di altri 400 milioni dello Stato italiano. Ma va bene così, siamo orgogliosi di aver dato una prova di efficienza straordinaria”. Dal marzo 2016, quando anche Brasilia rinunciò ad ospitare i giochi, Napoli ha fatto ciò che sa fare: stupire.

Testimonial d’oro, Patrizio Oliva, una delle leggende dello sport campano e italiano, olimpionico ai Giochi di Mosca 1980, che nel marzo scorso ha chiesto l’aiuto dei volontari per il perfetto funzionamento della macchina organizzativa. Oltre 5000 i volontari che hanno aderito alla richiesta: la maggior parte di cittadinanza italiana ma anche più di 100 volontari internazionali, in arrivo da 39 Paesi disseminati nei cinque continenti. Ottocento volontari sono stati assegnati all’area funzionale Venue Management, poi 500 a Protocol e Fisu Relations and Transportation, poi 300 per Technology e lo stesso numero per Media and Broadcast Services, mentre 200 saranno impiegati nella gestione dei Villaggi degli atleti, oltre a 60 di supporto alle delegazioni.
Novanta volontari sono stati poi destinati all’interno del progetto Accogliere ad Arte, a sostegno dei servizi di accoglienza turistica degli Info Point degli ETP in diversi siti di interesse artistico e culturale di Napoli, Caserta, Salerno.

Da questa mattina è scattato anche il “piano traffico” con oltre 400 agenti di Polizia Locale ai quali si aggiungono 2mila volontari di Protezione Civile e altri 6mila volontari della manifestazione. Quartier Generale alla Mostra d’Oltremare con l’area dello Stadio San Paolo completamente blindata. Le strutture sportive interessate dalle Universiadi a Napoli sono 12: lo stadio San Paolo, la piscina Scandone, il PalaBarbuto, la Mostra d’Oltremare, il Cus Napoli, il Parco Virgiliano a Posillipo, il Circolo del Tennis, il Circolo Italia, il Polifunzionale di Soccavo, il Pala Dennerlein a San Giovanni-Barra, il PalaVesuvio a Ponticelli e lo stadio Collana al Vomero.

E’ dunque iniziato il conto alla rovescia e l’attesa per la serata di inaugurazione allo Stadio San Paolo, diventa molto emozionante: maxischermi, restyling completato e giochi di luci spettacolari con una grande U che abbraccia tutti. Questa è Napoli.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1996 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*