Marcia trionfale del Napoli a Verona che s’inchina al suo gioco

HELLAS VERONA   –   NAPOLI   1 – 3

Il Napoli vince con personalità e giusta mentalità per 3-1 su un terreno da gioco ai limiti della praticabilità (perfezione nordica!) e in un’atmosfera di odio che alligna in menti non evolute all’Homo sapiens. Costanti nei banali e ottusi cori, costoro continuano ad offendere i tifosi tutti e ancor più la bellissima e civile città di Verona. Importava vincere e il Napoli ha dominato, soprattutto nel primo tempo, senza dar spazio agli scaligeri avvolti dal gioco partenopeo a volte anche didascalico. Alla mezzora un’autorete di Souprayen (confermata dal VAR) sblocca il risultato e al 39° Milik può festeggiare l’inizio di una nuova stagione con un gol da grande attaccante. Nel secondo tempo, qualche peccato veniale per un leggero calo di concentrazione fa arrabbiare Sarri che dà la carica, e gli azzurri rispondono con la terza rete segnata da Ghoulam dopo 4 anni di astinenza. Poi, nei dieci minuti finali un rigore e l’ingiusta espulsione di Hysaj. Il fallo dell’albanese con Bessa sembra chiaro, né Fabbri ritiene dover ricorrere al VAR che, invece gli avrebbe fornita un’altra verità: è Bessa che si appende alla maglia di Hysaj pronto a divincolarsi. Un dettaglio, certo dal momento che il Napoli vinceva 3-0 ; e se così non fosse stato?

PRIMO TEMPO Non sorprendono troppo le scelte tecniche di Sarri che, pensando a martedì, manda in campo Chiriches, Zielinski, Diawara e soprattutto Milik che nei primi minuti appare ancora legato e rigido. Ma gli stessi giocatori devono trovare movimenti e tagli diversi per servire il polacco piuttosto che Mertens. Dall’altra parte, la sorpresa è l’assenza di Pazzini che scalpita ed entrerà nel finale.

Si parte e dopo tre minuti già il Napoli ha  in pugno la gara e Insigne, servito da Zielinski, prova il suo tiro magico che Nicolas sventa. Al 17° è ancora lui a tentare con una conclusione di poco fuori; al 19° è Nicolas a salvare la porta. Qualche timida incursione la tenta Bessa senza fortuna, ma ancora Insigne al 29° su cross di Hysaj prova di prima intenzione ma la palla è deviata in corner.  Al 32° altro corner battuto da Callejon diretto a Chiriches : Souprayen lo anticipa ma la palla gli rimbalza sul piede e va ad insaccarsi lenta lenta. Fabbri convalida e il VAR conferma: Verona Napoli 0-1. Al 37° il Verona batte una punizione che potrebbe essere interessante, ma Diawara recupera palla dando il via al più classico e spettacolare contropiede: serve Insigne che corre a mille, vede Milik sulla destra, lo serve e il polacco con un gran destro incrocia e segna il raddoppio. Il Verona si disunisce ma Zielinski prima ed Hamsik dopo non finalizzano due buone occasioni.

SECONDO TEMPO Non ci sono cambi ad inizio ripresa ma Pecchia schiera Cerci centravanti e Romulo a destra. Il Verona sembra più offensivo, o forse il Napoli meno concentrato e Chiriches, con un grande intervento anticipa Cerci. All’8° è Verde a calciare da posizione defilata un tiro che si sarebbe insaccato nell’angolino : ma in porta c’è Pepe Reina a dare spettacolo. Al 60° Milik ha l’occasione per la doppietta: Buchel regala palla a 5 metri dalla porta e tira comodo per le braccia di Nicolas. Entra Mertens, indiavolato e tenta subito di portare scompiglio nell’area scaligera: al 62° scambio Insigne Mertens e il belga si presenta solo davanti a Nicolas: calcia e il portiere lo atterra. Sulla palla vagante si fionda Ghoulam che insacca sotto la traversa. E sono tre. Il Verona ingrana la marcia della rabbia in netta inferiorità e al 78° Insigne calcia da posizione defilata con Ferrari a salvare il Verona dalla goleada. In serbo c’è però un’amara sorpresa: all’82° Bessa e Hysaj ingaggiano una lotta a pochi metri da Reina. Sembra l’albanese a spingere e commettere fallo da ultimo uomo: così vede Fabbri che gli mostra il rosso e decreta il rigore trasformato da un rabbioso Pazzini. La moviola, dimostra che, fosse stato chiamato il VAR, si sarebbe vista la trattenuta continuata di Bessa su Hysaj che domenica non potrà scendere in campo contro l’Atalanta.

FORMAZIONI

VERONA : Nicolas, Caceres, Ferrari, Heurteaux (41° st Valoti), Souprayen, Romulo, Buchel, Zaccagni (19° st Fares), Bessa, Cerci (27° st Pazzini), Verde.

NAPOLI : Reina, Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam, Hamsik (21° st Allan), Diawara, Zielinski, Insigne, Milik (16° st Mertns), Callejon

RETI : 32° aut. Souprayen, 39° Milik, 62° Ghoulam, 83° Pazzini (rig.)

AMMONITI : Heurteaux, Romulo, Giaccherini

ESPULSO : Hysaj

ARBITRO : Fabbri (Ravenna)

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2060 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*