N COME NAPOLI

La prima maglia del Napoli è stata presentata a Dimaro in una coreografica gigantografia

hamSi ricomincia dalla maglia in attesa che che le trattative in corso trovino la giusta conclusione e soprattutto che Gonzalo Higuain faccia sentire la sua voce. Tra venerdì e sabato si era diffusa la voce di un sms di 90 caratteri in cui il Pipita esprimeva la volontà di andar via per poter giocare la Champions. Vero o falso che sia il messaggio, non c’è stata, finora, alcuna conferma convinta del giocatore su cui Sarri ha detto di voler contare. “ Higuain – ha dichiarato il tecnico – è al centro del progetto; abbiamo la fortuna di avere un calciatore forte ed eclettico. Può fare la punta di riferimento e giocare con un altro attaccante al suo fianco: ci apre a più soluzioni. Secondo me, non ha ancora espresso tutto il suo potenziale a Napoli”. Intanto Maurizio Sarri ha iniziato a studiare e in particolare la fase difensiva mettendo in campo Napoli A e Napoli B con Reina, Maggio, Koulibaly, Luperto, Strinic, Lopez, Jorginho, Hamsik, El Kaddouri, Mertens, Zapata contro Sepe, Henrique, Albiol Britos, Ghoulam, Inler, Valdifiori, De Guzman, Insigne, Callejon, Gabbiadini: il tutto ripreso dal drone grande spia. Sugli spalti tanti tifosi a intonare il solito “chi non salta juventino è”. E tutto ricomincia dalla maglia.

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*