Napoli – Atalanta 0-2, la pagella degli azzurri

Reina – 6: un paio di buone parate su tiri di Petagna e Conti e nessuna responsabilità sui due gol incassati. Sbaglia solo una volta, quando serve palla a Petagna invece che a un compagno.

Hysaj – 5: da un po’ di tempo é l’ombra del bel calciatore ammirato nella passata stagione. E anche contro l’Atalanta disputa una gara da dimenticare, sia in fase offensiva, sia in quella difensiva. Non a caso Spinazzola, suo diretto avversario sulla fascia destra, è il migliore in campo. (Dal 79° Maggio – sv).

Maksimovic – 5: qualche appoggio ai compagni da brividi e un grossolano svarione che permette a Petagna di impensierire Reina con un tiro dal limite aggravano una prestazione più che deludente.

Albiol – 6: che non ci sia una grande intesa tra lui e Maksimovic é cosa ormai nota e la prestazione appena sufficiente contro gli orobici lo conferma.

Ghoulam – 5,5: dopo un primo tempo assai deludente migliora un po’ nella ripresa, soprattutto quando l’Atalanta resta in dieci, sbagliando comunque una marea di cross. Ha qualche responsabilità sul primo dei due gol incassati.

Zielinski – 5,5: discrete alcune azioni personali che però s’infrangono sul muro formato dai centrocampisti di Gasperini. Cerca il gol con un paio di tiri da lontano senza grossi risultati. Da uno con le sue qualità ci si aspetta molto di più.

Diawara – 6: cerca di mettere ordine a centrocampo ma il pressing asfissiante degli avversari spesso lo mette in difficoltà. Non brilla come in altre occasioni ma si rende comunque utile mettendoci tanto impegno.

Hamsik – 5: gioca forse la sua peggior partita della stagione. E quando in campo non c’è la sua luce, è black out totale. (Dal 59° Milik – 5,5: sembra aver superato completamente l’infortunio, ma la qualità del gioco non è ancora sufficiente. L’importante è che continui a giocare).

Callejon – 5: disputa una partita nettamente al di sotto della sufficienza e si divora un gol incredibile tirando di testa fuori da ottima posizione. Da alcune partite non è più il solito “equilibratore”, forse perché stanco.

Mertens – 5,5: praticamente assente nel primo tempo, migliora nel secondo, soprattutto quando gioca al fianco di Milik. Bellissima la punizione calciata dal limite e deviata da Berisha sulla traversa con un grande intervento.

Insigne – 6,5: è l’unico degli azzurri a superare di un po’ la sufficienza e conferma di attraversare un buon momento di forma. Si sacrifica nelle due fasi ed è il più pericoloso in attacco. Sfiora il gol con uno dei suoi tiri magici che sbatte sulla parte superiore della traversa. (Dal 79° Pavoletti – sv).

Sarri – 5,5: l’Atalanta raccoglie sei punti nelle due partite con il Napoli e Gasperini gioisce, a differenza di Sarri che dovrà meditare su qualche errore commesso. Uno su tutti, il non aver saputo prendere provvedimenti contro Spinazzola che, sulla fascia destra, ha fatto il bello e cattivo tempo. E, forse, passati in svantaggio, sarebbe stato opportuno dare finalmente fiducia a Rog e far riposare un Callejon piuttosto spento.

 

Roberto Rey

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*