Napoli-Atalanta sarà diretta da Piero Giacomelli

Piero Giacomelli della sezione AIA di Trieste è stato designato per la direzione di Napoli-Atalanta, turno infrasettimanale valevole per la decima giornata di serie A, in programma al San Paolo mercoledì 30 Ottobre alle 19. Giacomelli sarà assistito dai signori Bindoni e Longo; IV uomo Doveri; al VAR Banti, all’AVAR Manganelli. Il triestino debuttò nel ’92 e nel luglio 2012 fu promosso nella CAN A per far fronte all’impiego degli arbitri di porta. Ha concluso lo scorso campionato con 101 direzioni e quest’anno ha già diretto 10 gare.

Con il Napoli Giacomelli ha 13 precedenti con un bilancio di 9 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte, l’ultima risalente al 29 gennaio scorso, nella sfida che vide il Napoli uscire ai quarti di Coppa Italia contro il Milan a San Siro (2-0 per i rossoneri) Tre i precedenti tra Napoli e Atalanta con Giacomelli direttore di gara: il primo risale al 2 maggio 2016, quando sulle rispettive panchine c’erano Maurizio Sarri ed Edordo Reja: in gol (10′ e 77′) Gonzalo Higuain e (85′) Remo Freuler; bisogna poi andare al 2 gennaio 2017 , nella sfida che vide gli azzurri uscire ai quarti di Coppa Italia contro l’Atalanta nella sfida al San Paolo (1-2) e in quella occasione non vide un fallo di mano in area di Toloi quando il Napoli in svantaggio per 0-1. Nella scorsa stagione in campionato Giacomelli ha diretto una sola volta gli azzurri, proprio contro l’Atalanta a Bergamo, nella sfida del 3 dicembre 2018 che si concluse con il colpaccio in trasferta dei ragazzi di Carlo Ancelotti grazie ai gol di Fabian Ruiz e di Arkadiusz Milik (1-2)

Giacomelli è spesso incorso in prestazioni insufficienti, come fu in una gara tra Cagliari e Genoa che fece dire all’ex arbitro Cesari: “ Non è nuovo a certe sciagurate decisioni”. L’11 dicembre 2017 viene fortemente contestato in occasione dell’incontro di Serie A Lazio-Torino nel quale, nonostante l’aiuto del VAR Marco Di Bello, non ravvisa gli estremi per un calcio di rigore per la Lazio, espellendo poco dopo Ciro Immobile valutando come violenta una reazione ad una provocazione del giocatore avversario Nicolás Burdisso (intervento che verrà poi definito dal giudice sportivo come “condotta antisportiva”, sanzione per la quale è prevista la sola ammonizione, smentendo il fischietto triestino). Al termine della partita, diversi sostenitori biancocelesti hanno atteso l’automobile del direttore di gara che è stato costretto ad abbandonare l’impianto sportivo scortato dalla Polizia oltre la mezzanotte. La deludente direzione di Giacomelli lo ha condotto poi alla gogna mediatica quando, sui social, è circolato una foto del suo presunto profilo Facebook (Jack ò Melly, evidente richiamo al suo cognome), nel quale, tra le foto, compare Totti nell’atto di calciare un rigore assegnato proprio dall’arbitro triestino: ovviamente la foto, in qualche modo collegata alla Roma, ha fatto supporre ai tifosi della Lazio un attaccamento di Giacomelli verso i colori giallorossi, e il profilo Facebook poche ore dopo la partita Lazio-Torino è stato improvvisamente cancellato.

Massimiliano Pucino

Massimiliano Pucino
Informazioni su Massimiliano Pucino 220 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*