Napoli Bologna 3-1: le pagelle degli azzurri

Per ingrandire cliccare sull'immagine
Per ingrandire cliccare sull’immagine

Reina – 5,5: normale amministrazione durante tutta la partita ma certamente molto di più avrebbe potuto fare sulla conclusione di Verdi che è valso l’1-1 per il Bologna.

Hysaj – 5,5: non efficace sulla fascia come suo solito particolarmente nel secondo tempo con Krejci che lo impegna non poco.

Albiol – 6: tiene bene la posizione e soprattutto nel secondo tempo riesce ad essere molto attento.

Koulibaly – 5,5: se nel primo tempo merita la  piena sufficienza, nel secondo tempo va in netta difficoltà quando si crea “traffico” in area.

Strinic – 6: una sufficienza pienamente meritata nel primo tempo quando è stato propositivo. Nella ripresa qualche acciacco lo limita fino alla richiesta di sostituzione (Dal 67° Ghoulam – 6,5: venti minuti gli sono sufficienti per mostrare il momento magico. Un difensore o un’ala?).

Zielinski – 7: decisamente una ventata di gioventù ovvero di come intende il gioco: quasi un’arma in più per il Napoli. Gioca una gran bella partita mostrando classe e intelligenza tattica. C’è però da non sottovalutare due palle perse a centrocampo.

Jorginho – 6,5: 45 minuti da gran regista nonostante i giocatori del Bologna mirassero a lui per spegnere il gioco del Napoli; nel secondo tempo un cala e Sarri lo sostituisce (Dal 74° Allan – 6,5: entra al posto di Jorginho ed ha un ottimo impatto: serve Insigne che divora un gol e prima del fischio finale tenta un tiro a giro di poco alto sulla traversa).

Hamsik – 7: un motore nuovo di zecca che illumina il gioco; è attento ai movimenti dei compagni per fornire cross e assist.

Callejon – 7: un voto di media tra l’otto del primo tempo e un sei del secondo tempo, ma è l’uomo in più in difesa e a centrocampo oltre che goleador di classe.

Insigne – 6,5: Lorenzo voleva segnare ed ha cercato molte volte il capolavoro; sempre presente anche in difesa, poco generoso verso Gabbiadini, colpevole solo di non aver poggiato in rete il servizio di Allan che gli costa mezzo voto in meno in pagella.

Gabbiadini – 5: non è facile giocare sapendo di essere sotto esame e i compagni non lo hanno aiutato. Pochissimi i palloni a disposizione e poche le conclusioni (Dal 61° Milik – 8: Sarri chiede giustamente che si abbassino i riflettori: “deve ancora crescere”. Per ora in 18 minuti ha capovolto la partita regalando la vittoria al Napoli. Tre doppiette in appena 5 gare dovranno per forza far riflettere anche i più scettici…).

Sarri – 7: prepara bene la partita durante la settimana e opera un intelligente turnover cambiando quattro giocatori. Dopo il gol del pareggio bolognese la squadra soffre per alcuni minuti ma, con tre sostituzioni indovinate, rimette subito le cose a posto conquistando tre importantissimi punti con i quali, almeno fino a stasera, porta il Napoli in cima alla classifica.

Roberto Rey

 

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

1 Commento

  1. ad insigne avrei dato mezzo punto in meno. l’occasione sprecata nel secondo tempo sull’1-1 grida vendetta. e poi con quella capigliatura non si può guardare. altro mezzo punto in meno.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*