Napoli campione: ricordo di una città in festa

Ogscudetto-B-5ni tifoso napoletano sa come il 10 Maggio non sia una qualunque data. Il 10 Maggio 1987 il Napoli vinceva per la prima volta nella sua storia lo scudetto, atteso 61 anni dalla fondazione del club avvenuta nel 1926. Un giorno che è arrivato fino ad oggi alle nuove generazioni che non hanno vissuto quel momento, ma, attraverso i ricordi e i racconti dei propri parenti e di chiunque abbia vissuto intensamente quei momenti, può rivivere le stesse sensazioni come se fossero parte della propria memoria.

Era il Napoli di Ferlaino, che nel 1969 prese la società e la salvò dal dissesto finanziario. L’era più titolata del Napoli Calcio; il primo titolo arrivò nel 1976, quando gli azzurri superano per 4 a 0 il Verona aggiudicandosi la seconda Coppa Italia. Ventimila tifosi napoletani supportano i partenopei allo Stadio Olimpico di Roma. L’autogol di Ginulfi, la rete di Braglia e la doppietta di Savoldi soprannominato Beppe-gol , l’acquisto più pagato fino a quel momento della Serie A con ben 2 miliardi versati al Bologna, regalano la coppa al popolo partenopeo. In città si parlava solo di questa finale in quanto il Napoli aveva deluso in campionato; al fischio finale l’euforia era altissima poiché si tornava a trionfare e a portare a casa un trofeo.

Nel 1984, il presidente Ferlaino chiude la trattativa con il Barcellona per la cifra record di 15 miliardi di lire per portare a Napoli quello che sarà l’acquisto più importante della storia di questa società, Diego Armando Maradona. Al suo arrivo al San Paolo ci fu una grandissima festa, preludio a ciò che successe tre anni più tardi, con il primo storico tricolore azzurro. Quel giorno, al fischio finale dell’arbitro, la città partenopea esplose, le sirene del porto risuonarono, le urla dei tifosi e i festeggiamenti invasero le strade. Quella fu la rivincita del meridione, come dicono molte persone che hanno vissuto quei momenti; gli azzurri regalarono spettacolo per tutto il campionato grazie soprattutto al tridente Maradona-Giordano-Carnevale. I tifosi erano entusiasti di guardare quelle fantastiche giocate, ed il giorno della conquista matematica dello scudetto, Napoli fu invasa da tifosi provenienti da tutta la Campania. Il clima era carico di entusiasmo, e tutti scesero nelle piazze a festeggiare. Una città che fino a quel momento aveva vinto poco si ritrovava sul tetto d’Italia, cosa impensabile fino a pochi anni prima. Lo stadio San Paolo, in quella stagione, contava quasi sempre il tutto esaurito per guardare le prodezze del numero 10, un giocatore che ha regalato emozioni indescrivibili sia dentro che fuori al campo, donando entusiasmo ad un popolo intero. Un rapporto d’amore che è arrivato fino ad oggi, con l’amore dei tifosi azzurri per Diego che è rimasto intatto come se il tempo non fosse passato.

Il secondo scudetto arrivò nel 1990 e fu un altro grande trionfo per i napoletani, che intanto avevano visto sbarcare al San Paolo il talento brasiliano di Antonio Careca. A distanza di trent’anni dalla conquista del primo tricolore, gli azzurri sono diventati una delle squadre più competitive in Italia e si spera che le generazioni d’oggi potranno raccontare un futuro scudetto con le stesse sensazioni e le stesse emozioni di chi ha vissuto il primo trionfo.

Simone Porfido

 

Informazioni su Redazione 1577 Articoli
---

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*