Napoli-Crotone 3-0, la pagella degli azzurri

Reina 6,5: il Crotone lo impegna una sola volta e lui risponde alla grande respingendo un forte tiro di Falcinelli sul primo palo. Per il resto della partita assiste allo spettacolo offerto dai compagni.

Hysaj 6: sufficiente in entrambe le fasi, ma continua a sbagliare troppi cross.

Chiriches 6,5: dopo circa due mesi rientra da titolare e se la cava abbastanza bene, soprattutto in difesa. Non concede nulla agli attaccanti di Nicola e imposta bene l’azione dalle retrovie. Sbaglia solo in una occasione, quando serve palla a un avversario consentendogli una pericolosa ripartenza.

Koulibaly 6,5: nettamente migliorato rispetto alle ultime prestazioni, anche se va considerato il valore degli attaccanti del Crotone. Commette qualche lieve errore di concentrazione che non procurano danni irreparabili.

Strinic 6,5: Sarri gli concede fiducia schierandolo da titolare e lui lo ripaga con un’ottima prestazione. Difende con attenzione senza commettere gravi errori e si propone con continuità e precisione in attacco. Belli alcuni cross con i quali mette in difficoltà la difesa avversaria.

Rog 5,5: un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. Ci mette tanto impegno e grinta, forse addirittura troppa, ma non riesce a incidere sulla partita. Deve imparare a essere più disciplinato se in futuro non vuole rischiare l’espulsione per doppio giallo. (Dal 55° Zielinski 6: il suo lo fa e anche piuttosto bene.).

Jorginho 7: gioca una gran bella partita smistando una marea di palloni nella zona nevralgica del campo con una percentuale bassissima di errori. È sicuramente uno dei migliori degli azzurri. Da applausi il lancio con il quale serve palla a Insigne in occasione del terzo gol.

Hamsik 7: alza il tasso qualitativo del centrocampo con giocate da autentico campione. Gran parte delle tante azioni offensive del Napoli partono dai suoi piedi. Ha inoltre il merito di conquistarsi il rigore calciato da Mertens che vale il 2-0 e che dà sicurezza all’intera squadra.

Callejon 6: tenta più volte i suoi “tagli”, ma, almeno in un paio di occasioni, la fortuna non gli dà la mano. Non appare propenso al solito sacrificio e talvolta consente agli avversari comode ripartenze.

Pavoletti 5,5: tenta di mettersi al servizio della squadra, ma quasi sempre con risultati insufficienti. Non si rende mai pericoloso e sembra l’unica voce stonata del coro. (Dal 62° Mertens 6,5: con lui in campo è tutta un’altra musica e i pericoli per il Crotone aumentano a dismisura. Sfiora più volte il gol, ma è precisissimo nel tirare il calcio di rigore del 2-0.).

Insigne 8: gioca un primo tempo perfetto dimostrando ancora una volta di essere in un momento magico. Realizza una straordinaria doppietta, procurandosi prima il rigore con cui lui stesso sblocca la partita e poi segnando con freddezza il gol del 3-0. (Dal 72° Giaccherini sv.).

Sarri 7: non era facile riprendersi dopo la mazzata inferta dal Real Madrid, ma lui è bravissimo a preparare bene la squadra, sia dal punto di vista psicologico, sia da quello tecnico-tattico. I suoi ragazzi, infatti, dominano gli avversari per l’intera partita dimostrando una buona condizione e di essere cresciuti moltissimo in personalità. Indovinate tutte le scelte iniziali e i cambi, anche se Pavoletti non sembra aver ancora raggiunto una forma ottimale.

Roberto Rey

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*