Napoli ed Atalanta inaugureranno il 2018 calcistico

Saranno il Napoli ATALANTAdi Maurizio Sarri e l’Atalanta di Gasperini ad aprire l’anno calcistico italiano, impegnate nel quarto di finale di Coppa Italia che andrà in scena martedì 2 gennaio allo stadio San Paolo (diretta TV su RaiUno, ore 20:45).

Gli azzurri, vincitori per cinque volte nella propria storia della Coppa nazionale, tra cui due in anni recenti (2012 e 2014), sono entrati in scena nel tabellone del trofeo negli ottavi di finale, in cui hanno avuto la meglio dell’Udinese di Oddo col risultato finale di 1 a 0, in una partita decisa da Lorenzo Insigne. Anche la Dea, quarta classificata in campionato l’anno scorso, ha fatto il suo debutto in Coppa in ottavi, sconfiggendo all'”Atleti Azzurri d’Italia” il Sassuolo per 2 a 1, grazie alle reti di Cornelius e di Toloi (autore nel finale, quest’ultimo, anche di un autogol). La vincente della sfida di Fuorigrotta incontrerà poi in semifinale, unico turno a disputarsi tra andata e ritorno, la vincente del derby della Mole tra Juventus e Toro.

Dal punto di vista tattico mister Sarri schiererà i suoi col classico 4-3-3. Tra i pali potrebbe avere un’altra chance, come già avvenuta nel turno precedente, Gigi Sepe, avanti al quale la linea difensiva dovrebbe essere composta da Hysaj a destra, da Mario Rui, assente per squalifica contro il Crotone, a sinistra, e da Chiriches e Koulibaly al centro, con Raul Albiol dunque a riposo per novanta minuti. In mezzo al campo Zielinski, in gol contro gli orobici in campionato, e Diawara potrebbero partire dal primo minuto in luogo di Jorginho ed uno tra Allan ed Hamsik. In avanti, infine, sarà probabilmente il tridente titolare ad insidiare fin dall’inizio della gara la retroguardia bergamasca, con Callejon, Insigne e Mertens pronti a violare la porta di Berisha.

tim-cup-coppa-italiaPer quanto riguarda i nerazzurri, Gasperini dovrebbe optare per un 3-4-1-2. Avanti a Berisha, che rientrerà tra i pali dopo la sfida col Cagliari di sabato disputata da Gollini, la linea a tre sarà formata da Toloi, Caldara, tra le principali promesse del calcio italiano nel ruolo, e da Masiello. Sulle corsie esterne dovrebbero avere spazio Castagne a destra e Spinazzola sull’out opposto, mentre al centro ci saranno De Roon e Freuler. Sulla trequarti, infine, agirà un’altra delle rivelazioni di questa stagione, Cristante, che supporterà l’azione del Papu Gomez e del centravanti svedese Cornelius.

L’ultimo precedente tra le due compagini disputato in Campania è dello scorso agosto, quando i partenopei superarono i lombardi per 3 a 1, ribaltando la rete inziale di Cristante con Zielinski, Mertens e Marko Rog. Da ricordare che nel 1987 il Napoli di Maradona, trionfatore in Coppa vincendo tutte le partite giocate, si impose in finale proprio contro l’Atalanta, forte del 3 a 0 dell’andata a Fuorigrotta e dell’1 a 0 del ritorno a Bergamo.

A dirigere l’incontro sarà il signor Giacomelli di Trieste; con il fischietto friulano sono dieci i precedenti del Napoli, con uno score di sette vittorie, due pareggi e una sola sconfitta.

Bruno Marchionibus

 

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 937 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*