Napoli Empoli 2-0, la pagella degli azzurri

Reina – 7: dopo un paio di errori commessi nelle ultime partite si riscatta con una parata che salva il risultato, opponendosi alla grande a Maccarone che, dopo la traversa colpita su deviazione di Chiriches, riprende la palla e calcia a colpo sicuro in porta. Determinante.

Maggio – 6: gioca una partita discreta. Difende con tranquillità e si propone spesso in avanti sbagliando, però, quasi tutti i cross. Nel finale di gara va in difficoltà contro il funambolico Croce e Sarri lo richiama giustamente in panchina (Dal 78° Hysaj – 6: con la sua velocità limita lo scompiglio creato dall’ingresso del rapido Croce).

Chiriches – 7: professionista esemplare che meriterebbe più spazio. Contro l’Empoli disputa una gran bella gara, sia in fase difensiva, sia nell’impostare il gioco dalle retrovie, impreziosita da un gol che chiude la partita. Al momento, è senza dubbio il miglior sostituto di Albiol.

Koulibaly – 6,5: chiude bene ogni spazio concedendo pochissimo agli attaccanti avversari. Buona l’intesa con Chiriches al quale lascia il compito di impostare il gioco da dietro.

Ghoulam – 6: è meno brillante del solito. Si propone poco in avanti e quando lo fa non è sempre precisio nel cross. Forse è il più penalizzato dall’assenza di Hamsik. Partita appena sufficiente.

Allan – 6,5: gioca la solita partita gagliarda, caratterizzata dai tanti palloni strappati agli avversari e da qualche buon tiro dalla distanza (Dal 70° Hamsik – 6,5: entra e subito dimostra quanto sia importante il suo apporto. Mette ordine e qualità in mezzo al campo, smorzando i tentativi di pressione dei toscani).

Jorginho – 6,5: il turno di riposo gli ha giovato e contro l’Empoli appare più tonico e brillante. Distribuisce bene palla a centrocampo e contrasta con vigore gli avversari. Bellissimo un tiro dalla distanza sul quale interviene il bravo Skorupski con una parata straordinaria (Dal 73° Diawara – 6: Sarri gli concede pochi minuti durante i quali si rende utile soprattutto in fase difensiva).

Zielinski – 6,5: gioca una buona gara, soprattutto nel primo tempo, distribuendo con precisione e continuità la palla in mezzo al campo e provando ad aprire la difesa avversaria con alcune rapide azioni in solitaria. Cala un po’ nell’ultima mezz’ora di gioco.

Callejon – 7: è troppo importante per Sarri e così è l’unico a non riposare mai. Anche contro l’Empoli sfodera una signora prestazione giocando soprattutto per la squadra. Suo l’assist per il gol di Mertens. Prova anche a far gol, ma il solito Skorupski si oppone con una grande parata.

Mertens – 7,5: è in un momento di forma smagliante e sembra divertirsi giocando nel nuovo ruolo. Lotta su ogni palla come un leone e tenta più volte la via del gol. Porta il Napoli in vantaggio su assist di Callejon, risultando ancora una volta il migliore in campo.

Insigne – 6,5: non appare tranquillo e invece di giocare semplice s’intestardisce in ripetuti “uno contro uno” andando spesso a sbattere sul difensore avversario. Bellissimi i due lanci con cui mette prima Callejon e poi Mertens soli davanti alla porta.

Sarri – 6,5: il Napoli inizia la gara un po’ sottotono. Dopo una ventina di minuti inizia a giocare alla sua maniera e per l’Empoli non c’è scampo, nonostante uno strepitoso Skorupski. Vince meritatamente e il cosiddetto tridente leggero crea una quantità enorme di occasioni gol. A pochi giorni dalla difficile partita di sabato con la Juve, Sarri fa un intelligente il turnover. Unico neo, forse, è il non aver fatto riposare anche Callejon. Condivisibili i cambi, soprattutto quello di Maggio in evidente difficoltà contro Croce.

Roberto Rey

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*