NAPOLI INTER LA PAGELLA DEGLI AZZURRI

ANDUJAR: sicuro nelle uscite, dà sicurezza all’intero reparto. Decisiva una sua parata che evita all’Inter di passare in vantaggio; KOULIBALY: pur giocando nell’inedito ruolo di laterale basso destro, si fa apprezzare sia in fase difensiva sia in quella propositiva; ALBIOL: lo spagnolo gioca un’ottima gara. Deciso negli interventi e pratico nel liberare l’area; BRITOS: la solita amnesia in piena area, quando controlla male il pallone per poi rimediare con un intervento in scivolata. Per il resto si disimpegna con sufficienza; STRINIC: un’altra bella partita quella del croato. Gioca con precisione e attenzione. Con lui in campo il Napoli è cresciuto tantissimo; GARGANO: gioca da leone, aggredendo gli avversari in ogni zona del campo. Per il momento è l’unico insostituibile dei centrocampisti; DAVID LOPEZ: gara ordinata quella dello spagnolo. Distribuisce bene la palla in mezzo al campo e difende con grinta; CALLEJON: non brillantissimo come in altre occasioni si fa apprezzare per alcune ripartenze; HAMSIK: serve uno splendido assist a Higuain che colpisce di testa mandando la palla poco sopra la traversa. Che non sia al top lo si capisce da alcuni semplicissimi passaggi sbagliati, ma l’impegno c’è sempre e spesso si rende utile. In un paio di occasioni impegna Carrizo con tiri da lontano; DE GUZMAN: l’olandese è in ottima forma. Svaria per tutto il campo mettendoci cuore, classe e polmoni. Con lui Benitez ha trovato l’equilibrio che mancava alla squadra; HIGUAIN: sempre nel vivo dell’azione, manca il gol in un paio di occasioni, ma quando occorre il numero risolutore del fuoriclasse lui c’è sempre. Al 92° regala la qualificazione del Napoli; MERTENS dà sprint alla squadra creando diversi grattacapi alla difesa neroazzurra; GABBIADINI: utile nel finale della partita, soprattutto per liberare Higuain dalla marcatura asfissiante; GHOULAM: pur giocando pochissimi minuti diventa decisivo quando, con una rimessa laterale, serve il pallone a Higuain per il gol della vittoria; BENITEZ: indovina tutte le scelte e se la squadra è in ottima forma psico-fisica il merito è tutto suo; L’arbitro MASSA: direzione di gara equilibrata senza errori evidenti.

Roberto Rey

 

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*