Napoli – Spezia, con i giovanissimi

Inizia questa sera con gli ottavi di Tim Cup il lungo tour de force per il Napoli che proverà a restare “dentro” per tutte le competizioni, o meglio per il secondo posto in campionato, per la Coppa Italia e per la Champions League. Sognare non è vietato e i ragazzi di Sarri proveranno ad essere protagonisti fino alla fine.

E allora Napoli – Spezia: le seconde linee dovranno garantire una concentrazione maggiore dei titolarissimi. Zielinski, Rog, Diawara dovrebbero rassicurare Sarri che sono affidabili garantendo una mediana di spinta e copertura da non far rimpiangere Hamsik, Jorginho e Allan. Tre nuovi acquisti ancora da consacrare e in particolare Rog che non ha potuto ancora far vedere i suoi numeri.
In difesa Maksimovic è chiamato nuovamente a convincere il mister quanto sia disposto a seguire gli schemi di questo Napoli: in pratica, Sarri ribadisce quanto disse a Gabbiadini: “E’ lui a doversi adattare e non il contrario”. E Maksimovic, corteggiato due anni dal Napoli e pagato quasi 25 milioni di euro, non può ancora deludere. Appena 6 presenze finora e nessuna certezza ancora. Stasera avrà, per sua fortuna, Albiol accanto che detterà i tempi giusti suggerendo come e quando scattare, ma indietro non ci sarà Reina a tutelare l’area ma Rafael.
Nella linea d’attacco, Giaccherini avrà modo di esprimersi come ai mondiali: è un generoso che tende sempre a mettersi a disposizione della squadra e contro lo Spezia potrà valere la sua esperienza. Gabbiadini al centro, potrebbe giocare la sua ultima partita in azzurro e Insigne dovrebbe completare il trio in attesa però di vedere, anche se per pochi minuti, il nuovo gioiello arrivato a Napoli, via mare: Leonardo Pavoletti.

In panchina siederà Calzona e non Sarri che sconta la squalifica seguita lo scorso anno al “battibecco” con Mancini in un San Paolo non certo gremito: nonostante la promozione si presume che non siano più di 15mila gli spettatori.

Fabio Lenci

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2059 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*