Nell’Italia di Mancini più napoletani che juventini

L’Italia del c.t. Roberto Mancini si è radunata a Coverciano per preparare la doppia sfida a Grecia e Lichtenstein, che potrebbe sancire la matematica qualificazione degli azzurri alla fase finale di Euro 2020, la prima itinerante della competizione continentale. Tra i convocati dell’allenatore jesino, caso più unico che raro considerando come il blocco Juve abbia molto spesso costituito lo zoccolo duro della Nazionale, figurano più giocatori del Napoli che non dei bianconeri. Ad Alex Meret, ormai stabilmente promosso nella squadra del mancio dopo l’esperienza da titolare nell’Under 21 all’Europeo di categoria della scorsa estate, ed a Lorenzo Insigne, che punta a ritrovare con la maglia dell’Italia la brillantezza persa nelle ultime uscite in azzurro Napoli, si è infatti aggiunto il terzino destro Giovanni Di Lorenzo, che ha ricevuto la prima convocazione dopo un ottimo avvio di stagione a coronamento di una vera e propria favola, considerando che il giocatore toscano non più tardi di tre anni fa militava in Serie C tra le fila del Matera. Al netto dell’infortunio di Chiellini, invece, sono solo due i rappresentanti juventini a Coverciano: il capitano Leonardo Bonucci e Federico Bernardeschi.

 

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 967 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*